Felipe Massa vince il Gran Premio d'Europa disputatosi sul circuito cittadino di Valencia Porto, con un 'coast to coast' perfetto e mai in discussione. Il brasiliano della Ferrari, dopo la pole conquistata in Qualifica, è stato autore di una corsa impeccabile e fin troppo noiosa, conclusa davanti alla McLaren di Hamilton e alla BMW di Kubica. Noiosa dicevamo perchè a differenza della GP2 di sorpassi non se ne son visti e come troppo spesso accade le uniche emozioni si son vissute ai box coi soliti e concitati pit stop.

Come all'Hungaroring Massa domina quindi e stavolta esce vincente a differenza di Iceman Raikkonen, che rimane con un pugno di mosche in mano e il motore in fumo a sole sette tornate dal traguardo. Più o meno la stessa sorte toccata alla Rossa del compagno di squadra in Ungheria, non era in testa è vero, ma occupava comunque una quinta piazza molto utile al campionato costruttori. Il fattaccio capita subito dopo un complicato pit stop, che ha purtroppo visto sfortunato protagonista l'addetto al rifornimento, colpito e successivamente trasportato in ambulanza nell'ospedale di Valencia (fortunatamente si tratta solo di contusioni) per l'irruenza di Kimi che anticipa leggermente la ripartenza.

Fra i ritirati, oltre a Raikkonen e alla Force India di Sutil, spicca la jella di Fernando Alonso, out subito dopo il via per una tamponata gratuita del jap Williams Nakajima, che provoca inesorabilmente gli ululati della numerosa torcida asturiana presente sugli spalti per tifare il suo beniamino.

Fra le curiosità, il piccolo giallo relativo al temporaneo problema tecnico sulla BMW di Kubica nelle battute iniziali, causa un comunissimo sacchetto di plastica infilatosi nell'anteriore sinistro poi fortunatamente svolazzato via. Da menzionare anche la bella prova delle Toyota e l'arrendevolezza di Hamilton; ci si aspettava indubbiamente di più dal leader di campionato, che ha poi espressamente dichiarato di pensare solo a far punti e portare la macchina al traguardo pensando al campionato.

Meglio Kovalainen che ha tirato fuori gli artigli e messo ancora in imbarazzo il suo connazionale campione del mondo, con una quarta piazza finale impreziosita dal sorpasso allo stesso Raikkonen. Decisamente meglio Jarno Trulli che, nonostante il gap riferito al digiuno nelle Libere, ha sfoggiato tutta la sua classe e la sua attitudine ai circuiti cittadini con una prova maiuscola, terminata col 5° posto davanti alla vera sorpresa del weekend Sebastian Vettel. La Toro Rosso del biondino tedesco ha confermato in pieno la bontà del pacchetto tecnico a disposizione qui a Valencia, con lo stesso passo e ritmo mostrati in qualifica.

Bene anche Glock e Rosberg, che chiudono la zona punti davanti ad Heidfeld, Bourdais e Piquet. Male le Red Bull con Webber dodicesimo e Coulthard ultimo dei classificati; malissimo le Honda con Button tredicesimo e Barrichello tristemente penultimo … Alza le braccia anche Fisichella, quattordicesimo sotto la bandiera a scacchi con la sua rinnovata Force India.

La classifica di campionato vede sempre Hamilton al comando con 70 punti, seguito da Massa a quota 64 che sta pian piano spingendo la Ferrari ai classici e attesi ordini di scuderia sulla scelta del driver da privilegiare in condizioni particolari … Raikkonen mantiene infatti il terzo posto con 57 lunghezze (tallonato ora da Kubica a quota 55) ma appare ormai troppo lontano dalla vetta, nonostante il circuito di Spa Francorchamps, teatro del prossimo Gp del Belgio, si addica perfettamente alle sue caratteristiche. Vedremo.

Gara

Campionato

Nella foto, Felipe Massa in azione a Valencia Porto


Stop&Go Communcation

Felipe Massa vince il Gran Premio d'Europa disputatosi sul circuito cittadino di Valencia Porto, con un 'coast to coast' perfetto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/49947_080021eur.jpg Valencia Porto – Gara: Perfetto ‘coast to coast’ di Felipe Massa