Il recupero di Robert Kubica sta attraversando una parziale fase di stallo. A fine mese, quindi, il pilota polacco dovrà essere sottoposto ad un’altra operazione al gomito destro, per restituire maggiore mobilità all’articolazione.

“Con il suo gomito bloccato, non abbiamo avuto l’opportunità di lavorare a un completo programma di riabilitazione”, ha spiegato ad Autosport il dottor Riccardo Ceccarelli, che segue passo passo la ripresa del portacolori della Lotus Renault GP.

“Tuttavia, abbiamo tenuto in movimento il più possibile le altre articolazioni, con l’intento di avere maggiore flessibilità e la maggior massa muscolare possibile, non appena il gomito sarà sbloccato”.

A settembre Kubica, infortunatosi nel terribile incidente al Rally Ronde di Andora dello scorso febbraio, potrebbe inoltre effettuare il primo test al simulatore: “Se guardiamo a suoi progressi negli ultimi sei mesi, sono ottimista”, ha dichiarato Ceccarelli.

Cresce di continuo anche la funzionalità della mano destra, a rischio amputazione per le ferite riportate nell’impatto con la Skoda Fabia Super 2000. “I nervi si sono rigenerati più velocemente di quanto ci aspettassimo”, ha raccontato Ceccarelli, “e incredibilmente non ha avuto infezioni”.


Stop&Go Communcation

Il recupero di Robert Kubica sta attraversando una parziale fase di stallo. A fine mese, quindi, il pilota polacco dovrà […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-180811-01.jpg Un’altra operazione per “sbloccare” il gomito di Kubica. Il simulatore a settembre?