Appena andata in archivio l’edizione 2011, il Gran Premio d’Australia guarda già al futuro con un punto di domanda: il governo dello Stato di Victoria ha commissionato ad una agenzia specializzata (la Ernst & Young) di valutare se abbia davvero senso mantenere nel calendario della Formula 1 la gara di Melbourne, nonostante il bilancio dell’evento sia sempre in perdita.

Gli organizzatori della corsa continuano a sostenere che ospitare il Circus sia un ottimo veicolo di promozione per la città, ma i contribuenti locali se ne lamentano per l’impatto economico.

Per conoscere i risultati dell’indagine bisognerà aspettare il mese di maggio: nel frattempo, durante lo scorso week-end sono stati 298 mila gli spettatori paganti, di cui 111 mila nel solo giorno di domenica. Si attende però un buco di bilancio nell’ordine dei 35 milioni di euro, similare a quello della scorsa stagione.

“Me lo auguro, ma chi lo sa”, ha confessato in merito Ron Walker, responsabile organizzativo del GP all’Albert Park. “Ci vorrà un po’ di tempo per mettere insieme tutti i dati e perché i consulenti presentino tutto al governo”.

Melbourne accoglie la categoria regina dell’automobilismo dal 1996, dopo aver rilevato il testimone da Adelaide. L’attuale contratto con Bernie Ecclestone scade nel 2014, ma più volte, di recente, sono arrivati segnali su una possibile risoluzione anticipata.


Stop&Go Communcation

Appena andata in archivio l’edizione 2011, il Gran Premio d’Australia guarda già al futuro con un punto di domanda: il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-010411-06.jpg Un’agenzia specializzata valuterà la sostenibilità del GP d’Australia