Secondo il RAC la FIA avrebbe agito in maniera scorretta in ambito economico.

Attraverso il presidente Tom Purves la Royal Automobile Club, infatti, avrebbe chiesto chiarimenti a Jean Todt circa un “buco” pari a 12 milioni di sterline su un estratto di circa 50 milioni.

La questione sarebbe sorta durante un’assemblea tra i 236 membri della Federazione Internazionale dell’Automobile la quale, avendo sede esecutiva a Parigi, non è obbligata a pubblicare i propri bilanci in quanto associazioni senza fini di lucro.

“Ci siamo accorti che i conti non tornano. Secondo le stime fatte dagli uomini di Todt mancano circa 12 milioni, per questo gli abbiamo chiesto spiegazioni” ha commentato Purves.

Pronta è stata la risposta del francese: “Non è un caso che questi problemi sorgano ora (alludendo ad un favoreggiamento del RAC nei confronti del candidato dalla presidenza David Ward, ndr) nel 2010 e nel 2011, quando facemmo la stessa operazione, non sollevarono alcuna questione”.

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Secondo il RAC la FIA avrebbe agito in maniera scorretta in ambito economico. Attraverso il presidente Tom Purves la Royal […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/FIA_Montec.jpg Un nuovo scandalo economico minaccia la credibilità FIA?