Lewis Hamilton, grazie al titolo conquistato, è diventato il più giovane campione del mondo nella storia della F1. Si tratta oltretutto di un titolo ottenuto alla seconda stagione in F1, dopo averlo perso l’anno passato per un solo punto. Il suo inizio di carriera non può che far presagire un esagerato numero di successi e record di tutti i tipi nell’immediato futuro. Tra questi, non possono non balenare alla mente anche i record dei sette campionati mondiali e delle 91 vittorie conseguiti da Michael Schumacher.

Il pilota inglese però tiene a far sapere che il suo obiettivo non è assolutamente il record di Schumacher. I suoi obiettivi sono altri. “Voglio fare di più. Posso vincere altre gare e altri mondiali. Ma non voglio imitare la strepitosa carriera di Michael Schumacher. A me basta vincere ancora”, ha affermato Hamilton al quotidiano inglese Woking News & Mail.

L’inglese di origini caraibiche ha confessato di essersi meravigliato per il modo in cui è stato accolto alla fabbrica di Woking dopo aver portato a casa il titolo iridato. “Tornare a Woking dopo aver vinto il mondiale è stata un’emozione fantastica. Non mi sarei mai aspettato un’accoglienza così calorosa. Per questo motivo, è bello vincere.”

“I piloti sono guidati, non solo dal supporto che si riceve dal team, ma bensì soprattutto dalla serenità e felicità che si vuole assicurare al team. Loro hanno lavorato così duramente per te e tu hai il compito di premiare i loro sforzi.”

Francesco Parrotta


Stop&Go Communcation

Lewis Hamilton, grazie al titolo conquistato, è diventato il più giovane campione del mondo nella storia della F1. Si tratta […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/lrg-3060-bras08-1002.jpg Un Mondiale tira l’altro: Hamilton all’inseguimento di Schumacher