Il gruppo Lotus facente capo all’amministratore delegato Dany Bahar, già uomo Ferrari ai tempi di Jean Todt, concretizza il suo ingresso ufficiale nel panorama del Circus iridato diventando dal 2011 (e almeno fino al 2017) title sponsor nonché azionista di riferimento del Lotus Renault GP Team.

La società Genii Capital, che sul finire del 2009 aveva rilevato il 75 per cento delle quote Renault direttamente dalla Casa madre, ha infatti ceduto una parte delle azioni detenute nel corso del Mondiale 2010 tanto da consentire al gruppo capeggiato da Bahar di ribattezzare la squadra e imporre i nuovi colori nero e oro, evidente richiamo alla Lotus di metà anni Ottanta in livrea John Player Special.

E’ molto eccitante per il team iniziare una nuova era insieme al Lotus Group – ha dichiarato Gerard Lopez, presidente di Renault F.1 – in ogni caso nelle prossime stagioni continueremo a mantenere stretti rapporti di collaborazione col motorista Renault. Si tratta di un tributo all’eccellente lavoro portato a termine dalla scuderia con sede a Enstone in un 2010 che ci ha permesso di renderci appetibili agli occhi di importanti sponsor e di nuovi investitori in grado di assicurarci un luminoso futuro”.

Bahar, numero uno di Lotus Group, non ha perso tempo per suggellare l’inedita unione: “Non potevo immaginare una piattaforma migliore per il nostro brand che non fosse la F.1, una categoria ritenuta all’apice del motorsport internazionale. Sappiamo bene che nell’ultimo periodo sono sorte diverse controversie per l’utilizzo del nome Lotus nel Circus iridato, ma adesso posso chiarire in via definitiva la posizione del nostro gruppo. Noi siamo la vera Lotus e il ritorno in F.1 è finalmente divenuto realtà”.

La Renault, quindi, resterà come già preventivato dal presidente Carlos Ghosn nelle vesti di motorista fornendo le proprie unità a Lotus GP, Red Bull Racing e Team Lotus. La formazione diretta da Tony Fernandes dovrebbe tuttavia modificare la ragione sociale in 1Malaysia Racing con buona pace del responsabile tecnico Mike Gascoyne, piuttosto infastidito dalle polemiche che hanno opposto la scuderia malese al Lotus Group.

Nella foto, l’anteprima della livrea 2011 del Lotus Renault GP Team

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Il gruppo Lotus facente capo all’amministratore delegato Dany Bahar, già uomo Ferrari ai tempi di Jean Todt, concretizza il suo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/lotus2.jpg Ufficiale: nel 2011 parte il progetto Lotus Renault GP Team. Il CEO Bahar: “La vera Lotus siamo noi”