Lo scorso anno è stata una delle mini-sfide della Formula 1: Virgin contro Lotus, tanto da diventare frutto di una scommessa tra i rispettivi boss (entrambi proprietà di compagnie aeree) Richard Branson e Tony Fernandes. Come pegno per la “sconfitta” nel Mondiale Costruttori, come noto, Branson dovrà prossimamente affrontare un volo da hostess a bordo di un velivolo della flotta rivale AirAsia.

Timo Glock, alfiere della Marussia Virgin Racing, rinnova adesso la sfida. Il Team Lotus resta il diretto avversario, ma i test invernali hanno per adesso sincerato un certo ritardo della MVR-02 nei confronti della T128.

“Devo dire che i nostri tempi sul giro non sembrano molto positivi. Rispetto alla Lotus, ci manca qualcosa sui long-run”, ha ammesso il tedesco a spox.com. “A Barcellona per giunta non siamo stati molto fortunati, e alcuni problemi non ci hanno permesso di simulare la qualifica”.

“Siamo un po’ ritardo rispetto a dove volevamo essere. Posso soltanto sperare che il nostro direttore tecnico Nick Wirth possa metterci a disposizione una buona macchina per il quarto Gran Premio in Turchia”.

Glock lascia quindi intendere che la Virgin potrebbe introdurre presto un pacchetto di aggiornamenti. Nel frattempo bisognerà tenere duro…


Stop&Go Communcation

Lo scorso anno è stata una delle mini-sfide della Formula 1: Virgin contro Lotus, tanto da diventare frutto di una […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-180311-02.jpg Timo Glock sulla Virgin: “Ci manca ancora qualcosa rispetto alla Lotus”