Dai e dai, alla fine i panni sporchi finiscono per essere lavati al cospetto degli organi di stampa, e Timo Glock, pilota titolare della Virgin, non fa eccezione. Ingaggiato dalla compagine diretta dal magnate britannico Richard Branson dopo due stagioni vissute nelle file della Toyota, il 28enne tedesco che seppe rilanciare la propria carriera in F.1 mettendosi in discussione con successo nella GP2 Main Series 2007 ha ammesso di voler tenere gli occhi bene aperti in chiave 2011, anche perché la situazione interna al team Virgin, soprattutto quanto a garanzie tecniche in vista della prossima stagione di corse, sembra essere decisamente scricchiolante.

I miei occhi sono ben aperti – ha attaccato Glock – staremo a vedere cosa succederà nelle prossime settimane. Magari potrebbe esserci una possibilità alla Renault, come qualcuno sostiene, sebbene finora non ci siano state trattative importanti tra di noi”.

Al di là delle caute supposizioni formulate dal corridore nativo di Lindenfels, i rapporti con la Virgin, il cui futuro in termini finanziari è ancora tutto da scrivere, non paiono così idilliaci: “Ho un contratto pluriennale che mi lega a loro, ma se le cose non andranno come devono andare opterò per una soluzione diversa”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Dai e dai, alla fine i panni sporchi finiscono per essere lavati al cospetto degli organi di stampa, e Timo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/glocks1.jpg Timo Glock si mostra possibilista su un cambio di casacca in chiave 2011: “Pronto a valutare un’offerta dalla Renault”