La Virgin Racing ha cominciato in maniera negativa il 2011 in Australia e solo la pessima figura della Hispania ha mitigato in parte questa sensazione. Infatti entrambi i piloti hanno superato al limite il taglio del 107% per poi disputare una gara assolutamente anonima.

Il tedesco Timo Glock è conscio di questo inizio difficile, addirittura più complicato rispetto al 2010, con tante incognite per il futuro: “Come team abbiamo fatto passi avanti – ha dichiarato laconico ai media – Ma gli altri hanno compiuto enormi progressi”.

Lo stato d’animo della prima guida della scuderia non lascia trasparire nulla di buono per l’imminente futuro e la conclusione finale riassume la realtà attuale: “Ora è ovvio che non siamo dove dovremmo essere”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

La Virgin Racing ha cominciato in maniera negativa il 2011 in Australia e solo la pessima figura della Hispania ha […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-010411-glock-australia.jpg Timo Glock è deluso: “Non siamo dove dovremmo essere”