Pioggia, sole e pista a tratti umida in rapida alternanza possono costituire la normalità sullo storico circuito di Spa Francorchamps situato ai margini delle Ardenne, eppure nella prima giornata di test in quel di Jerez de la Frontera le condizioni meteorologiche andaluse sono parse molto simili a quelle tipiche della regione collinare belga.  

L’onore e l’onere di chiudere la sessione di test in cima alla classifica è spettato all’alfiere della Red Bull Sebastian Vettel, che nel pomeriggio è riuscito a sfruttare appieno la pista sempre più asciutta ottenendo il miglior crono in 1:22.593.  

Ottimo il secondo tempo fatto segnare dall’ex campione del mondo Lewis Hamilton, in evidenza nell’ultima frazione di prove grazie anche al perfetto bilanciamento della sua McLaren MP4-25. 

Alle spalle del pilota britannico, in grado di inanellare una settantina di passaggi nonostante un piccolo intoppo di natura tecnica verificatosi al mattino, ha fatto la sua comparsa il ferrarista Felipe Massa, che ha pagato un divario di poco superiore a sei decimi dal leader. Il brasiliano si è concentrato sulla corretta messa a punto della nuova F10 riuscendo a portare regolarmente a termine il programma a dispetto dello stop avvenuto in tarda mattinata che non ha in ogni caso preoccupato gli uomini del Cavallino.  

Da segnalare il quarto posto dello svizzero Sebastien Buemi, capace di frequentare le zone alte della graduatoria per buona parte della sessione. Giornata produttiva per lo spagnolo Pedro de la Rosa, autore del quinto tempo finale davanti al sette volte iridato Michael Schumacher, impegnato in diversi long-run, e del tedesco Adrian Sutil, che come previsto è salito sulla Force India in sostituzione del collaudatore Paul Di Resta, classificatosi subito dietro al compagno di colori. 

Nona posizione ad appannaggio del russo Vitaly Petrov, abile nel ‘regolare’ le ambizioni di Rubens Barrichello, rimasto fermo lungo il circuito nelle ultime fasi, mentre tra Lotus e Virgin si è registrato un bel confronto che ha finito per premiare la costanza della T127 condotta dal tester malese Fairuz Fauzy. Fanalino di coda l’ex driver della Toyota Timo Glock, che dopo aver percorso soltanto dieci giri al volante della VR01 forse avrà già iniziato a rimpiangere la ben diversa organizzazione mostrata ai bei tempi dalla Casa del Sol Levante.  

Cinque le interruzioni con bandiera rossa: due volte a causa della Williams di Barrichello, rimasta parcheggiata a bordo pista, e le altre tre per via degli stop di Hamilton, Massa e Di Resta. 

Classifica  

01. Sebastian Vettel – Red Bull – 1:22.593 – 99 giri

02. Lewis Hamilton – McLaren – + 0.424 – 72 giri

03. Felipe Massa – Ferrari – + 0.611 – 72 giri

04. Sebastien Buemi – Toro Rosso – + 0.729 – 79 giri

05. Pedro de la Rosa – Sauber – + 0.774 – 76 giri

06. Michael Schumacher – Mercedes – + 1.210 – 111 giri

07. Adrian Sutil – Force India – + 1.679 – 28 giri

08. Paul Di Resta – Force India– + 2.495 – 74 giri

09. Vitaly Petrov – Renault – + 3.644 – 55 giri

10. Rubens Barrichello – Williams – + 4.727 – 109 giri

11. Fairuz Fauzy – Lotus – + 9.255 – 76 giri

12. Timo Glock – Virgin – + 11.860 – 10 giri

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Pioggia, sole e pista a tratti umida in rapida alternanza possono costituire la normalità sullo storico circuito di Spa Francorchamps […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/vettel-jeres.jpg Test Jerez – Day 1 – Report: Red Bull sugli scudi con Vettel, buona progressione di Hamilton (2°). Massa chiude 3°