I test pre-stagionali cominceranno otto giorni prima del previsto. La decisione è maturata in seguito alla modifica, apportata al calendario del mondiale di Formula 1 del 2016, che ha anticipato di due settimane l’inizio della stagione.

La modifica al calendario è stata votata il 30 settembre dal Consiglio Mondiale della FIA. Il cambio di data non ha però comportato una variazione della location. La pista adibita ai test resterà quella del circuito della Catalogna.

Il Circuito de Montmelò, teatro classico del GP di Spagna, era designato ad ospitare i test  dal 1 al 4 marzo, con la seconda e ultima prova due settimane dopo, dal 15 al 18 marzo.

L’aver anticipato la gara inaugurale, il Gp d’Australia, dal 3 aprile al 20 marzo ha prodotto un effetto a catena. Il circuito spagnolo continuerà ad ospitare entrambi i test, ma la sessione iniziale è stata anticipata e si terrà dal 22 al 25 febbraio. Si terrà una seconda sessione di test solamente quattro giorni dopo, dal 1 al 4 marzo, contro gli undici giorni di pausa tra le due sessioni inizialmente stabiliti.

Di sicuro per tutte le squadre questo avrà un impatto da non sottovalutare che andrà a condizionare sia la preparazione e sia la costruzione delle monoposto, con i team che non avranno il tempo necessario per apportare migliorie tecniche importanti.

Matteo Ferrera


Stop&Go Communcation

I test pre-stagionali cominceranno otto giorni prima del previsto. La decisione è maturata in seguito alla modifica, apportata al calendario del mondiale di Formula 1 del 2016, che ha anticipato di due settimane l’inizio della stagione […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/08/f1-lotus-maldonado-25082015-1-1024x683.jpg Test F1, si comincia 8 giorni prima rispetto al 2015