Mercedes principale protagonista oggi a Barcellona, nella quarta giornata di test della settimana riservata alla Formula 1. Il corposo pacchetto di aggiornamenti aerodinamici introdotto sulla W02 sembra dare i suoi frutti, considerando che il miglior tempo è stato segnato da Michael Schumacher in 1:21.249. Il tedesco ha ottenuto questo riferimento durante una serie di giri da qualifica con serbatoio scarico, influggendo alla fine 365 millesimi di distacco a Fernando Alonso, che ha rilevato il testimone da Felipe Massa nell’abitacolo della Ferrari.

Nella parte finale della sessione la scuderia di Brackley ha chiamato in pista Nico Rosberg, per assicurarsi che entrambi i suoi piloti potessero guidare la vettura modificata sull’asciutto prima del Gran Premio d’Australia; Rosberg ha chiuso in una altrettanto positiva 3° piazza.

Dal canto suo la Ferrari continua ad essere “regina” in fatto di chilometraggio, grazie ai ben 141 giri messi a segno da Alonso (contro i 138 messi a segno da Heikki Kovalainen sulla Lotus). Lo spagnolo ha però vista interrotta la sua simulazione di gara per la bandiera rossa causata da Kamui Kobayashi, la cui Sauber si è arrestata nei pressi della Curva 3.

Buon 4° posto per Nick Heidfeld, il quale è stato trattenuto ai box da qualche piccolo problema accusato dalla sua Renault. A seguire troviamo Rubens Barrichello. La Williams avrebbe voluto spartire equamente il turno tra il brasiliano e Pastor Maldonado, ma la sostituzione del propulsore ha fatto sì che il venezuelano potesse scendere in pista soltanto per un breve lasso.

È 6° il già citato Kobayashi, davanti a Jaime Alguersuari con la Toro Rosso. Soltanto 8° il campione del mondo Sebastian Vettel, evidentemente poco propenso a cercare la prestazione secca come accaduto invece nei giorni scorsi. L’alfiere della Red Bull si è concentrato principalmente su brevi run, ed ha inoltre provocato la seconda e ultima bandiera rossa odierna, quando a due minuti dal termine è rimasto fermo all’uscita della pit-lane.

Altro campanello d’allarme in casa McLaren: un inconveniente al motore ha ostacolato Jenson Button, in grado di coprire appena 57 passaggi. L’inglese ha sempre viaggiato con tanto carburante a bordo, e si spiega anche per questo motivo il suo poco entusiasmante 13° posto.

Mentre la Virgin non si è “schiodata” dalla coda del gruppo, sempre schierando Jerome D’Ambrosio, abbiamo assistito alla staffetta in Force India tra Adrian Sutil e Paul Di Resta.

Durante la pausa pranzo la Hispania ha svelato al pubblico la sua nuova monoposto, ma la mancanza di un ricambio ha fatto sì che la F111 non potesse affrontare il battesimo cronometrico: avverrà invece domani, per l’ultimo giorno di lavoro in programma. Al Montmelò vedremo inoltre Ferrari, McLaren, Mercedes e Williams, che chiuderanno il cammino del precampionato 2011.

Classifica

01. Michael Schumacher – Mercedes 1:21.249
02. Fernando Alonso – Ferrari 1:21.614
03. Nico Rosberg – Mercedes 1:21.788
04. Nick Heidfeld – Renault 1:22.073
05. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – 1:22.233
06. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – 1:22.315
07. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – 1:22.675
08. Sebastian Vettel – Red Bull Infiniti – 1:22.933
09. Heikki Kovalainen – Lotus Renault – 1:23.437
10. Paul di Resta – Force India Mercedes – 1:23.653
11. Adrian Sutil – Force India Mercedes – 1:23.921
12. Pastor Maldonado – Williams Cosworth – 1:24.108
13. Jenson Button – McLaren Mercedes – 1:25.837
14. Jerome D’Ambrosio – Virgin Cosworth – 1:27.375


Stop&Go Communcation

Mercedes principale protagonista oggi a Barcellona, nella quarta giornata di test della settimana riservata alla Formula 1. Il corposo pacchetto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-110311-06.jpg Test Barcellona, Day 4: Mercedes protagonista con Schumacher