Verdetto a sorpresa oggi a Barcellona, nella terza giornata di test della Formula 1. Con la McLaren assente per scelta (riaccenderà domani i motori), il miglior tempo è stato marcato dal rookie Sergio Perez in 1:21.761. Il messicano, oltre a interrompere l’egemonia Red Bull, è stato capace di abbassare di circa un decimo il record stabilito ieri da Sebastian Vettel.

La Sauber, non a caso, in mattinata effettuato una vera e propria simulazione di qualifica, riproducendo pure le tre distinte fasi di Q1, Q2 e Q3 a serbatoio scarico. Il best lap è arrivato con gomme supersoft. L’epilogo di sessione non è stato però altrettanto positivo: alle 16:45 un guasto al KERS ha costretto Perez ad uno stop anticipato dopo 95 giri percorsi, molti ma non sufficienti per completare il programma di lavoro previsto.

Nel complesso, in ogni caos, praticamente tutti i piloti in azione hanno marcato i rispettivi riferimenti in sequenze di passaggi molto brevi.

In 2° posizione c’è Felipe Massa con la Ferrari. Il brasiliano ha proseguito nella valutazione delle novità aerodinamiche introdotte sulla 150° Italia, cimentandosi poi in una prova di Gran Premio: ancora una volta la scuderia di Maranello ha accumulato il maggior chilometraggio (ben 127 le tornate percorse), con Massa che conclude oggi il suo precampionato lasciando il testimone a Fernando Alonso.

Un poco più staccato Mark Webber (3°), meno propenso al giro secco. L’australiano precede Rubens Barrichello (4°), rimasto due volte fermo sul tracciato.

A seguire c’è la Mercedes di Michael Schumacher, caratterizzata da diversi aggiornamenti che richiedono un’opera di affinamento degli assetti. Problemi di affidabilità hanno afflitto il Team Lotus, che ha alternato Jarno Trulli e Hekki Kovalainen. L’abruzzese, designato per la mattina, ha però potuto percorrere appena 6 giri, prima di doversi fermare per la rottura del cambio e per una perdita di liquido refrigerante.

È andata meglio al compagno, autore del 7° crono odierno davanti alle spalle della Renault di Nick Heidfeld, tornato nell’abitacolo dopo un piccolo malanno di stagione. Il tedesco ha girato dopo la pausa pranzo, prendendo in consegna la R31 da Vitaly Petrov, 8° ma “vittima” di noie al KERS.

Lavoro in sordina per Force India e Toro Rosso, impegnate rispettivamente con Adrian Sutil e Jaime Alguersuari tra long-run, simulazioni di pit-stop e collaudi comparativi. Resta fanalino di coda la Virgin Racing: Jerome D’Ambrosio è 11°, dopo aver inoltre parcheggiato la sua macchina sul rettilineo principale, poco prima delle ore 10.

Domani al Montmelò, oltre alla McLaren, rivedremo la Hispania: la compagine spagnola sarà osservata speciale in virtù del debutto della F111, che sarà guidata dal nostro Vitantonio Liuzzi.

Classifica

01. Sergio Perez – Sauber Ferrari – 1:21.761
02. Felipe Massa – Ferrari – 1:22.092
03. Mark Webber – Red Bull Infiniti – 1:22.466
04. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – 1:22.637
05. Michael Schumacher – Mercedes – 1:22.892
06. Nick Heidfeld – Renault – 1:23.541
07. Heikki Kovalainen – Lotus Renault – 1:23.990
08. Vitaly Petrov – Renault – 1:24.233
09. Adrian Sutil – Force India Mercedes – 1:24.334
10. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – 1:24.779
11. Jerome D’Ambrosio – Virgin Cosworth – 1:27.336
12. Jarno Trulli – Lotus Renault – 1:34.485


Stop&Go Communcation

Verdetto a sorpresa oggi a Barcellona, nella terza giornata di test della Formula 1. Con la McLaren assente per scelta […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-100311-04.jpg Test Barcellona, Day 3: La Sauber e Sergio Perez leader a sorpresa