Nico Rosberg apre in bellezza la prima giornata dell’ultima sessione di test collettivi a Barcellona in vista dell’esordio stagionale a Melbourne.

Il tedesco vice campione 201 ha girato per buona parte della mattinata con le Medium, salvo poi piazzare la zampata (1’23″022) prima di cedere il volante al team mate Lewis Hamilton. In questo modo la Mercedes ha offerto un metro di paragone agli avversari, il più vicino dei quali è stato Valtteri Bottas su Williams fermatosi a 0.2” da Rosberg.

3a piazza per Fernando Alonso, che è sceso in pista con una McLaren MP4-31 ampiamente modificata nella zona posteriore, non più “size zero” e cioè con cofano molto stretto al posteriore, ma con una carrozzeria più ampia tale da permettere un migliore smaltimento termico, uno dei talloni d’Achille delle monoposto di Woking nel 2015. 4° Il ferrarista Kimi Raikkonen, concentratosi sul passo gara con le Medium, davanti a Daniil Kvyat (Red Bull) e Hamilton, il quale nel pomeriggio ha portato a termine ben 90 tornate.

Lo stacanovista di giornata è stato Max Verstappen, il 18enne della Toro Rosso ha ultimato ben 144 tornate concludendo la giornata in 7a posizione e mettendosi alle spalle Nico Hulkenberg (Force India), Felipe Nasr sulla Sauber C35 finalmente al debutto e Kevin Magnussen (Renualt), che chiude la top10. Completano la classifica Esteban Gutierrez (Haas) e Rio Haryanto (Manor).

1 Rosberg Mercedes 1m23.022s
2 Bottas Williams 1m23.229s
3 Alonso McLaren 1m24.735s
4 Raikkonen Ferrari 1m24.836s
5 Kvyat Red Bull 1m25.049s
6 Hamilton Mercedes 1m25.051s
7 Verstappen Toro Rosso 1m25.176s
8 Hulkenberg Force India 1m25.336s
9 Nasr Sauber 1m25.493s
10 Magnussen Renault 1m25.760s
11 Gutierrez Haas 1m26.661s
12 Haryanto Manor 1m27.625s


Stop&Go Communcation

Nico Rosberg apre in bellezza la prima giornata dell’ultima sessione di test collettivi a Barcellona in vista dell’esordio stagionale a Melbourne […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/03/10359246_10153343098642411_3887528199860227402_n.jpg Test Barcellona, Day 1 – Rosberg fulmina tutti con le Soft