Che si tratti di fare sul serio o meno, la sostanza non cambia.

A mettere le proprie ruote davanti a tutti, nella seconda giornata di test collettivi sul circuito di Sakhir, è ancora una volta la Mercedes; dopo il miglior tempo ottenuto ieri da Nico Rosberg, oggi è stato il turno di Lewis Hamilton di comandare la classifica, con il crono di 1’34”136, con ben 118 giri percorsi.

Alle spalle dell’inglese il vuoto, dato che il primo degli inseguitori, Jean-Eric Vergne su Toro Rosso, è staccato di quasi un secondo e mezzo, grazie solamente alle gomme supersoft montate nel finale. Più indietro Kevin Magnussen, terzo a due secondi con la McLaren, che precede Force India di Sergio Perez. Dalla quinta posizione, occupata da Daniel Ricciardo, in poi i distacchi salgono sopra i tre secondi, con la Red Bull seguita da Marussia e Sauber.

Giornata da dimenticare per la Ferrari, in pista con Fernando Alonso per appena 12 giri totali, prima di essere costretta al forfait per problemi al fondo vettura; per lo spagnolo è arrivato solo l’ottavo tempo. Chiudono la classifica Caterham, Williams e Lotus, quest’ultima apparentemente incapace di venire a capo dei problemi che ne stanno distruggendo la stagione.

Classifica

1. L. Hamilton – 01:34.136
2. J. Vergne – 01:35.557
3. K. Magnussen – 1:36.203
4. S. Perez – 1:36.586
5. D. Ricciardo – 1:37.310
6. J. Bianchi – 1:37.316
7. G. Van der Garde – 1:37.623
8. F. Alonso – 1:37.912
9. M. Ericsson – 1:39.263
10. Felipe Nasr – 1:39.879
11. Romain Grosjean – 1:43.732

Federico Fadda


Stop&Go Communcation

In vetta al gruppo si conferma la Mercedes, ancora nettamente la più veloce. Ferrari k.o.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/04/Hamilton02.jpg Test Bahrain, day 2 – Sakhir non cambia padrone: domina Hamilton