La prima giornata di test delle nuove coperture Pirelli ad Abu Dhabi si conclude nel segno della Ferrari. Un binomio tutto italiano è al comando nell’inaugurazione di questa nuova era per la Formula 1: merito di Felipe Massa, che nella sessione pomeridiana ha stabilito il miglior tempo di oggi in 1:40.170. Il brasiliano ha soffiato la leadership al neocampione del mondo Sebastian Vettel, rimasto a 330 millesimi di ritardo dopo aver concluso davanti a tutti allo scoccare della pausa pranzo.

Di certo non poteva esserci inizio migliore per Massa in ottica 2011, al termine di una annata avara di soddisfazioni soprattutto a causa delle difficoltà nel trovare il giusto feeling con i pneumatici Bridgestone, ormai consegnati alla storia del campionato. Per lui, inoltre, ben 94 i giri messi a segno: soltanto Gary Paffett, 3° con la McLaren, è stato in grado di eguagliare questo notevole chilometraggio.

Ferrari, Red Bull e McLaren. Per adesso l’introduzione della “variabile” Pirelli non sembra aver portato scossoni nei valori in campo, seppur sia un argomento su cui è ancora prematuro esprimere giudizi.

Ottimo 4° invece Kamui Kobayashi sulla Sauber, il quale ha mantenuto le redini del lavoro sviluppo per il team svizzero: soltanto domani toccherà al compagno Sergio Perez. Il giapponese ha scavalcato Robert Kubica, fermato da problemi tecnici e per questo impossibilitato ad abbassare il best lap ottenuto questa mattina con la Renault. Grande stakanovista pure Rubens Barrichello (91 tornate per lui), impegnato in prove comparative sull’impatto aerodinamico portato dalle nuove gomme.

L’alfiere di casa Williams è risalito al 6° posto, mettendosi alle spalle Paul Di Resta, subentrato ad Adrian Sutil nell’abitacolo della Force India. I meccanici della scuderia angloindiana, tuttavia, hanno riparato il guasto idraulico sulla macchina soltanto nel tardo pomeriggio, permettendo allo scozzese di completare appena 20 passaggi. Alle sue spalle figurano Nico Rosberg (Mercedes), Jaime Alguersuari (Toro Rosso) e lo stesso Sutil.

La Virgin guida ancora il terzetto delle squadre esordienti. Timo Glock ha chiuso saldamente davanti a Heikki Kovalainen (Lotus) e Pastor Maldonado (Hispania). Il venezuelano campione della GP2 Series, in ogni caso, avrà a disposizione anche la giornata di domani per trovare maggior confidenza tra le curve del tracciato di Yas Marina.

19 anni dopo il Gran Premio d’Australia del 1991, nel complesso, il primo giorno di scuola della Pirelli nella categoria regina può considerarsi piuttosto positivo.

Classifica

01. Felipe Massa – Ferrari – 1:40.170
02. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – 1:40.500
03. Gary Paffett – McLaren Mercedes – 1:40.874
04. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – 1:40.950
05. Robert Kubica – Renault – 1:41.032
06. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – 1:41.425
07. Paul Di Resta – Force India Mercedes – 1:41.615
08. Nico Rosberg – Mercedes – 1:41.778
09. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – 1:42.019
10. Adrian Sutil – Force India Mercedes – 1:42.859
11. Timo Glock – Virgin Cosworth – 1:44.124
12. Heikki Kovalainen – Lotus Cosworth – 1:44.686
13. Pastor Maldonado – Hispania Cosworth – 1:45.728

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

La prima giornata di test delle nuove coperture Pirelli ad Abu Dhabi si conclude nel segno della Ferrari. Un binomio […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-191110-03.jpg Test Abu Dhabi, Day 3: Massa e la Ferrari al top nel primo giorno di lavoro con le gomme Pirelli