Si prospetta un 2009 di riposo assoluto per Michael Schumacher, fresca new entry nel mondo dei “vecchietti” della F1 con i suoi 40 anni. Il campione tedesco ha ammesso che le regole in vigore quest’anno sulle limitazioni nei test, daranno poco spazio ai test driver, tra cui ha figurato negli scorsi due campionati.

Intervistato dal giornale Koln Express, Schumi si è detto pessimista sulle possibilità di guidare la F60; con un tetto di soli 15mila kilometri effettuabili nei test, per i team è preferibile puntare sui piloti titolari, per permettere il massimo sviluppo e feeling con la vettura. Nonostante Stefano Domenicali avesse parlato di alcune possibilità sul ritorno al volante del sette volte campione del mondo, grazie alla sua maggiore esperienza con le gomme slick rispetto a Massa e Raikkonen, le speranze di rivederlo in pista si riduranno sempre di più col passare dei giorni.

“Stiamo esaminando insieme la situazione” ha detto il tedesco, riferendosi ai vertici del team. “Se sarà il caso di testare o meno, toccherà alla Ferrari prendere la decisione, ma con le nuove regole penso sia nell’interesse della squadra massimizzare il tempo in pista per i piloti titolari”.

Dal suo ritiro alle corse, Schumacher ha occupato il ruolo di “super assistente”, mai delineato con certezza né dal pilota né dalla stessa Ferrari.

Gabriele Russo


Stop&Go Communcation

Si prospetta un 2009 di riposo assoluto per Michael Schumacher, fresca new entry nel mondo dei “vecchietti” della F1 con […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/00_schum1.jpg Tempi duri per i test driver, anche del calibro di Schumacher