Solita parata di uomini, vetture e moto che hanno fatto la storia delle corse, il Festival of Speed di Goodwood andato in scena lo scorso week-end ha come di consueto avuto una fortissima rappresentanza dal mondo della Formula 1, sia del presente che del passato. Si sono contati ben 9 concorrenti che compongono l’attuale griglia di partenza: fra questi innanzitutto i due alfieri della McLaren, Lewis Hamilton e Jenson Button.

Tra sabato e domenica entrambi hanno potuto guidare la MP4-23 con cui nel 2008 lo stesso Hamilton conquistò il titolo iridato. Per loro, poi, un’esibizione rispettivamente anche con le MP4/2B e MP4/2C in gara nelle stagioni ’85 e ’86, grazie a cui Alain Prost si aggiudicò i primi due Mondiali della propria carriera. Un “giretto” sulla MP4/2B, l’ultima monoposto della sua carriera, se lo è concesso pure Niki Lauda.

La Red Bull ha portato all’evento britannico Mark Webber, cimentatosi con la stessa macchina utilizzata nel run cittadino di Londra venerdì mattina. Adrian Newey, a cui la scuderia ha regalato un esemplare della RB5 da lui progettata lo scorso anno, ha potuto a sua volta vivere l’emozione di pilotare la propria “creatura”.

La Mercedes ha messo in campo Nico Rosberg e il collaudatore Nick Heidfeld, ai quali è stata affidata la vettura della Brawn GP trionfatrice nel 2009, opportunamente dotata della livrea della casa tedesca. Nico Hulkenberg e Marc Gené hanno intrattenuto il pubblico con la Williams FW31 e la Ferrari F60, mentre l’indiano Karun Chandhok è stato chiamato a condurre la vecchia Williams FW08, quella con cui Keke Rosberg si laurerò campione nel 1982.

L’altro alfiere della Hispania, Bruno Senna, è stato protagonista di un momento estremamente suggestivo (nella foto), prendendo i comandi della McLaren MP4/8 utilizzata dallo zio Ayrton nel 1993: fu l’ultima macchina con cui il campione brasiliano vinse in F1, la stessa della leggendaria impresa sotto il diluvio di Donington. All’appello non sono mancati nemmeno Heikki Kovalainen e Jarno Trulli; l’abruzzese ha potuto saggiare la Lotus 79 dominatrice nel 1978 con Mario Andretti.

Fra le altre stelle del passato, si elencano Emerson Fittipaldi (ha guidato la McLaren M23), Jackie Stewart, John Surtess (tornato ai comandi della Ferrari 158), Stirling Moss, Jochen Mass, Patrick Tambay, e Mika Hakkinen sulla Mercedes W196 del 1955.


Stop&Go Communcation

Solita parata di uomini, vetture e moto che hanno fatto la storia delle corse, il Festival of Speed di Goodwood […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-060710-021.jpg Tanta Formula 1 al Festival of Speed di Goodwood: Bruno Senna al volante dell’ultima McLaren di zio Ayrton