Attraverso un filmato ufficiale caricato sul portale YouTube, sono stati rivelati i primi dettagli del circuito che accoglierà nel 2011 l’edizione inaugurale del Gran Premio d’India, 18esimo round del calendario. Progettato come ormai consuetudine da Hermann Tilke, l’impianto sorgerà nella città industriale di Noida, situata a circa 50 minuti di automobile da New Delhi, e avrà una lunghezza di 5 chilometri e 140 metri.

“Il volto del motorsport in India è vicino a cambiare per sempre. La struttura sarà l’unica del paese a poter ospitare eventi di tutti i principali campionati del mondo”, dice Karun Chandhok, per l’occasione speaker del video realizzato in grafica tridimensionale. “Il progetto prevede una combinazione di curve lente e lunghi rettifili, e le differenze di altezza fra i vari tratti rappresenteranno una vera sfida per tutti i concorrenti”.

È prevista una capienza complessiva delle tribune di 150 mila spettatori, 20 mila dei quali collocati di fianco al traguardo.

Innovativa l’idea di costruire un complesso ricettivo e alberghiero direttamente presso la pista, che potrà così ospitare senza difficoltà i membri delle squadre e tutti gli addetti ai lavori. Il centro stampa sarà davvero imponente, e potrà inoltre essere utilizzato per conferenze e seminari anche al di fuori dei week-end agonistici. Il complesso comprenderà inoltre costruito un circuito di kart di livello internazionale, che avrà la funzione di attrattiva per i futuri talenti indiani.

Il Jaypee International Race Circuit, questo il nome ufficiale, sarà costruito e gestito dal Jaypee Group, impresa privata attiva nel settore della grande edilizia. Chandhok si è recato sul sito qualche settimana fa per visionare lo stato dei lavori, dichiarandosi positivamente impressionato: “Le cose stanno prendendo forma, ci sono stati incredibili progressi”.

“Il disegno di base del percorso è già stato completato. Sarà molto interessante per il pubblico, che potrà tenere d’occhio tre o quattro curve contemporaneamente. Al momento non è stato però ancora depositato lo strato di asfalto”.

Nel frattempo la FMSCI (Federation of Motorsport Sports Clubs of India) e la FIA hanno compiuto il primo programma di addestramento per la formazione dei commissari di gara, sotto la guida della federazione britannica. Il commento di Sue Sanders, uno degli istruttori, è stato di soddisfazione: “È stato un piacere lavorare con tutte le persone presenti, hanno dimostrato una notevole passione e voglia di offrire il proprio aiuto”.

Nei piani degli organizzatori c’è anche la volontà di accogliere nel 2012 il Motomondiale.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Attraverso un filmato ufficiale caricato sul portale YouTube, sono stati rivelati i primi dettagli del circuito che accoglierà nel 2011 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-281210-03.jpg Svelati i primi dettagli del Jaypee International Race Circuit, futura sede del GP d’India