Sebastian Vettel ha ottenuto la pole position nelle qualifiche del Gran Premio del Giappone a Suzuka. Il campione della Red Bull, alla sua dodicesima partenza al palo in stagione (il record assoluto, di Mansell, è quattordici), ha così garantito alla sua squadra la permanenza nell’incredibile 100% di pole position ottenute nel 2011.

Un risultato, stavolta, per nulla scontato: Vettel ha infatti ottenuto la prima posizione per soli nove millesimi, in una della qualifiche più combattute dell’anno, dove per la prima volta è sembrato vacillare il predominio della scuderia austriaca.

La grande sconfitta di oggi è la McLaren: Jenson Button, sempre primo in tutte le sessioni di prove libere, sfiora la pole per pochissimi millesimi, Lewis Hamilton, che deteneva il miglior tempo a metà Q3, ha poi mancato il secondo tentativo essendo uscito in ritardo dai box e prendendo bandiera al momento di lanciarsi per l’ultimo giro decisivo.

Hamilton ha comunque chiuso in terza posizione, ad un decimo e mezzo da Vettel, ma incapace di nascondere la profonda delusione per una pole position probabilmente buttata al vento.

Fuori dai giochi le Ferrari: Felipe Massa, quarto, paga tre decimi e mezzo a Vettel, Fernando Alonso finisce addirittura in quinta posizione avendo disputato un solo tentativo a causa di un errore commesso nel primo giro della Q3.
Lo spagnolo si ritrova, quindi, scavalcato anche dal compagno di squadra (è la terza volta quest’anno) per ottantadue millesimi.

Ultimo della Top 6 Mark Webber: autore del record nel primo settore, l’australiano ha perso tutto nel T2, subendo sette decimi da Vettel, e finendo ultimo pilota a segnare un tempo nella sessione finale.

Non hanno fatto segnare tempi cronometrati, infatti, Schumacher, Senna, Petrov e Kobayashi, entrati in Q3 (per il giapponese non succedeva da Silverstone), ma poi tutti autori di un solo installation lap per congelare l’ordine uscito dalla Q2.

Una tattica, adottata dallo stesso Schumacher a Singapore, utile a risparmiare gli pneumatici ma sicuramente poco affascinante per il pubblico.

Sono rimasti fuori dalla Q2, invece, i due piloti Force India, con Sutil e Di Resta che domani saranno in sesta fila davanti alle Wiliams di Barrichello e Maldonado e alle Toro Rosso di Buemi e Alguersuari, deludenti protagonisti in negativo dopo le buone prestazioni nelle libere.

Ultimo nella sessione centrale Sergio Perez, fermo ai box e mai sceso in pista in Q2 per un problema idraulico.

Primo degli eliminati in Q1, invece, è stato Heikki Kovalainen: il finlandese ha preceduto il compagno di squadra Trulli e le Virgin di Glock e D’Ambrosio. Ultimo pilota con un tempo valido Daniel Ricciardo, ventiduesimo.

Nessun tempo cronometrato, invece, per Nico Rosberg e Vito Liuzzi, rispettivamente per un problema idraulico sulla Mercedes e di motore sulla HRT.

Classifica
1 Sebastian Vettel RBR-Renault 1:30.466
2 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:30.475
3 Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:30.617
4 Felipe Massa Ferrari 1:30.804
5 Fernando Alonso Ferrari 1:30.886
6 Mark Webber RBR-Renault 1:31.156
7 Michael Schumacher Mercedes no time
8 Bruno Senna Renault no time
9 Vitaly Petrov Renault no time
10 Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari no time

11 Adrian Sutil Force India-Mercedes 1:32.463
12 Paul di Resta Force India-Mercedes 1:32.746
13 Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1:33.079
14 Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1:33.224
15 Sebastien Buemi STR-Ferrari 1:33.227
16 Jaime Alguersuari STR-Ferrari 1:33.427
17 Sergio Perez Sauber-Ferrari no time

18 Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1:35.454
19 Jarno Trulli Lotus-Renault 1:35.514
20 Jerome d’Ambrosio Virgin-Cosworth 1:36.439
21 Timo Glock Virgin-Cosworth 1:36.507
22 Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1:37.846

Nico Rosberg Mercedes no time
Vitantonio Liuzzi HRT-Cosworth no time

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Sebastian Vettel ha ottenuto la pole position nelle qualifiche del Gran Premio del Giappone a Suzuka. Il campione della Red […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/gia_qua_2011.jpg Suzuka, Qualifiche: Vettel strappa ancora la pole, Button battuto per nove millesimi!