Lewis Hamilton risponde a Nico Rosberg e si impone nella seconda sessione di prove libere a Suzuka.

L’inglese della Mercedes ha messo due decimi e mezzo tra sé e la vettura gemella #6 in un continuo testa a testa in casa frecce d’argento.

Gli altri stanno a guardare, e fanno classifica a sé: il migliore degli altri stavolta è Valtteri Bottas, che ha preceduto Jenson Button e Sebastian Vettel, tutti molto vicini tra loro ma in ritardo di oltre un secondo rispetto ai primi.

A seguire il quattro volte campione del mondo ci sono le Ferrari di Raikkonen ed Alonso e la seconda McLaren, quella di Kevin Magnussen.
Più staccato Daniil Vvyat, nono con la prima delle Toro Rosso davanti anche alla Red Bull di Daniel Ricciardo: l’australiano ha però completato solo tre giri, finendo duramente a muro all’ultima curva del suo quarto tentativo lanciato. Un duro impatto senza conseguenze per il pilota, che ha causato però la prima sospensione con bandiera rossa del pomeriggio per rimuovere la Red Bull incidentata.

Travagliata sessione anche per Vergne, che nella mattinata aveva lasciato la sua vettura nelle mani dell’esordiente Verstappen: il francese ha potuto girare ad intermittenza a causa di continui problemi tecnici.

Il suo tempo gli è bastato per precedere Hulkenberg e Grosjean, con Massa quattordicesimo e condizionato da entrambe le sospensioni per incidente.

A muro, infatti, è finito alla curva Spoon anche Esteban Gutierrez, causando una nuova bandiera rossa e mancando così di segnare un tempo che fino a quel momento poteva essere il più veloce; non è scappato dalle barriere neanche l’idolo locale Kamui Kobayashi, vittima di un brusco pendolo all’esterno della curva 4.

Qualche goccia di pioggia ha poi fatto sì che nel finale molti altri piloti, compleso Rosberg, siano stati protagonisti di fuoripista senza, però, finire contro le barriere di protezione.

Suzuka, Prove libere 2 – Classifica
1. Lewis Hamilton – Mercedes – 1:35.078
2. Nico Rosberg – Mercedes – 1:35.318 – +0.240
3. Valtteri Bottas – Williams-Mercedes – 1:36.279 – +1.201
4. Jenson Button – McLaren-Mercedes – 1:36.409 – +1.331
5. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1:36.436 – +1.358
6. Kimi Raikkonen – Ferrari – 1:36.529 – +1.451
7. Fernando Alonso – Ferrari – 1:36.637 – +1.559
8. Kevin Magnussen – McLaren-Mercedes – 1:36.714 – +1.636
9. Daniil Kvyat – Toro Rosso-Renault – 1:36.943 – +1.865
10. Daniel Ricciardo – Red Bull-Renault – 1:37.186 – +2.108
11. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Renault – 1:37.219 – +2.141
12. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – 1:37.504 – +2.426
13. Romain Grosjean – Lotus-Renault – 1:37.563 – +2.485
14. Felipe Massa – Williams-Mercedes – 1:37.700 – +2.622
15. Sergio Perez – Force India-Mercedes – 1:37.786 – +2.708
16. Pastor Maldonado – Lotus-Renault – 1:37.798 – +2.720
17. Adrian Sutil – Sauber-Ferrari – 1:38.010 – +2.932
18. Esteban Gutierrez – Sauber-Ferrari – 1:38.365 – +3.287
19. Marcus Ericsson – Caterham-Renault – 1:39.069 – +3.991
20. Jules Bianchi – Marussia-Ferrari – 1:39.306 – +4.228
21. Max Chilton – Marussia-Ferrari – 1:39.333 – +4.255
22. Kamui Kobayashi – Caterham-Renault – 1:42.760 – +7.682

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Hamilton è il più veloce nel pomeriggio di F1 a Suzuka. L’inglese ha preceduto Rosberg in una sessione caotica, che non ha però intaccato la supremazia Mercedes

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/10/gia_2014_lib2_hamilton.jpg Suzuka, Libere 2: Stavolta davanti c’è Hamilton, Rosberg insegue