Lewis Hamilton vince anche il Gran Premio del Giappone davanti a Nico Rosberg, che spreca malamente la pole position con una partenza poco felice.

Il pilota inglese raggiunge quota 41 vittorie, affiancando il mito di Ayrton Senna. Il suo compagno di squadra ha da recriminare uno scatto non certamente rapido e la leggere uscita di pista che lo ha visto scendere in quarta posizione.

Sale sul podio Sebastian Vettel, ancora una volta a podio e precedendo a Kimi Raikkonen e Valtteri Bottas. Nico Hulkenberg conquista il suo miglior risultato stagionale, 6° davanti a Romain Grosjean, Pastor Maldonado, Max Verstappen e Carlos Sainz.

Alla partenza Hamilton conquista la leadership della gara, mentre Rosberg – nel tentativo di resistere – finisce al di fuori della pista e viene sopravanzato da Vettel e Bottas. Sergio Perez finisce largo alla prima curva, mentre Daniel Ricciardo e Felipe Massa si toccano e forano entrambi lo pneumatico, procedendo lenti per tutto il primo giro.

Già al 10° giro avviene il primo cambio gomme, con Fernando Alonso ai box. Nei passaggi successivi effettuano il pit-stop Grosjean, Bottas e Maldonado. Le due Ferrari di Vettel e Raikkonen rientrano rispettivamente al 14° e al 15°, mentre le Mercedes di Rosberg e Hamilton al 16° e al 17°.

Alla 18esima tornata Bottas subisce il sorpasso di Rosberg, mentre nelle retrovie Verstappen tenta prima il sorpasso su Daniil Kvyat (che rientra ai box) e poi su Alonso, riuscendo nella manovra; il suo compagno di squadra Sainz rovina invece l’ala anteriore mentre rientra ai box al 28° giro, colpendo il paletto che delimita la divisione tra la pit-lane e la pista.

In casa Ferrari si decide di anticipare il pit-stop di Raikkonen, che così rientra al 29° passaggio; grazie al cambio di strategia, il finlandese precede Bottas, rientrato solo due tornate più tardi. Anche Rosberg anticipa la sosta e riesce a sorpassare Vettel, conquistando il 2° posto.

Nelle retrovie si forma un lungo trenino guidato da Marcus Ericsson. Più volte Sergio Perez tenta il sorpasso, ma lo svedese è bravo a controllare il messicano. Però, al 50° giro, il pilota della Force India lo supera e il giro successivo anche Kvyat riesce ad effettuare la manovra, anche grazie al doppiaggio di Raikkonen su di lui e il pilota della Sauber.

Battaglia anche in casa Toro Rosso, con Verstappen che sorpassa Sainz per il 9° posto. Intanto, a poche tornate dal termine, Felipe Nasr conclude la gara anzitempo rientrando ai box. Hamilton passa sotto alla bandiera a scacchi per primo vincendo così la gara di Suzuka, davanti a Rosberg e Vettel.

Prossimo appuntamento del mondiale è il Gran Premio di Russia a Sochi, in programma dal 9 all’11 ottobre.

Suzuka, Gara – Classifica finale (dopo 53 giri)

1) Lewis Hamilton (Mercedes) 1:28’06″508
2) Nico Rosberg (Mercedes) +18”964
3) Sebastian Vettel (Ferrari) +20”850
4) Kimi Raikkonen (Ferrari) +33”768
5) Valtteri Bottas (Williams-Mercedes) +36”746
6) Nico Hulkenberg (Force India-Mercedes) +55”559
7) Romain Grosjean (Lotus-Mercedes) +1’12”298
8) Pastor Maldonado (Lotus-Mercedes) +1’13”575
9) Max Verstappen (Toro Rosso-Renault) +1’35”315
10) Carlos Sainz (Toro Rosso-Renault) +1 giro
11) Fernando Alonso (McLaren-Honda) +1 giro
12) Sergio Perez (Force India-Mercedes) +1 giro
13) Daniil Kvyat (Red Bull-Renault) +1 giro
14) Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) +1 giro
15) Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) +1 giro
16) Jenson Button (McLaren-Honda) +1 giro
17) Felipe Massa (Williams-Mercedes) +2 giri
18) Alexander Rossi (Manor-Ferrari) +2 giri
19) Will Stevens (Manor-Ferrari) +3 giri
20) Felipe Nasr (Sauber-Ferrari) +4 giri (ritirato)

Luca Basso


Stop&Go Communcation

Lewis Hamilton vince anche il Gran Premio del Giappone davanti a Nico Rosberg, che spreca malamente la pole position con […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/09/f1-hamilton-mercedes-27092015-1-1024x683.jpg Suzuka, Gara: Rosberg spreca l’occasione, altro successo per Hamilton