Finisce con le facce tirate sul podio, e con un’atmosfera senz’altro difficile, il Gran Premio del Giappone 2014. Al termine di una gara complicata, resa imprevedibile e caotica dalle condizioni meteo avverse, un bruttissimo incidente che ha coinvolto il pilota della Marussia Jules Bianchi ha innescato la bandiera rossa che, a cinque giri dal traguardo, ha concluso definitivamente questa domenica.

Secondo le prime ricostruzioni, il pilota francese avrebbe perso il controllo in regime di bandiera gialla nello stesso punto in cui, solo un giro prima, era finito a muro Adrian Sutil con la sua Sauber.
Nella tornata successiva, Bianchi sarebbe uscito di pista nello stesso punto impattando contro la gru che stava rimuovendo la monoposto incidentata del team Sauber. Nei concitati attimi dopo l’incidente, la gara è stata prima neutralizzata con la Safety Car e poi annullata per permettere all’ambulanza di raggiungere la curva 15 e di lasciare la pista il più rapidamente possibile.

Mentre scriviamo, un comunicato ufficiale della FIA conferma che Bianchi è arrivato “privo di conoscenza” al Medical Centre ed è stato trasportato via ambulanza all’ospedale più vicino viste le condizioni meteo avverse che rendevano proibitivo il viaggio in elicottero.

In questa difficile situazione perde senz’altro interesse il risultato sportivo: salgono comunque sul podio a salutare i fan Lewis Hamilton, che vince dopo un bellissimo duello con Nico Rosberg, secondo, e Sebastian Vettel, che raccoglie uno splendido podio.

Il resto del gruppo, che si è fermato incolonnato in pit-lane, vede Ricciardo in quarta posizione davanti a Button, e alle Williams di Bottas e Massa, che a lungo hanno lottato con le Red Bull quasi “rinvigorite” dalla pioggia.

Chiudono la zona punti Hulkenberg, Vergne e Perez, con quest’ultimo fermo ai box al momento della bandiera rossa ma classificato comunque vista la neutralizzazione.

Chiudiamo segnalando solo la brutta domenica Ferrari, ritirata con Alonso dopo i primi giri in regime di Safety Car per un corto circuito elettrico sulla sua moonoposto e Raikkonen dodicesimo dopo una gara con ben quattro pit-stop.

Suzuka, Gara – Classifica

1. Lewis Hamilton – Mercedes 1h51:43.021s –
2. Nico Rosberg – Mercedes +9.180
3. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault +29.122
4. Daniel Ricciardo – Red Bull-Renault +38.818
5. Jenson Button – McLaren-Mercedes +1:07.550
6. Valtteri Bottas – Williams-Mercedes +1:53.773
7. Felipe Massa – Williams-Mercedes +1:55.126
8. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes +1:55.948
9. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Renault +2:07.638
10. Sergio Perez – Force India-Mercedes – +1 Lap
11. Daniil Kvyat – Toro Rosso-Renault – +1 Lap
12. Kimi Raikkonen – Ferrari – +1 Lap
13. Esteban Gutierrez – Sauber-Ferrari – +1 Lap
14. Kevin Magnussen – McLaren-Mercedes – +1 Lap
15. Romain Grosjean – Lotus-Renault – +1 Lap
16. Pastor Maldonado – Lotus-Renault – +1 Lap
17. Marcus Ericsson – Caterham-Renault – +1 Lap
18. Max Chilton – Marussia-Ferrari – +1 Lap
19. Kamui Kobayashi – Caterham-Renault – +1 Lap

Ritirati
Jules Bianchi – Marussia-Ferrari – Incidente
Adrian Sutil – Sauber-Ferrari – Incidente
Fernando Alonso – Ferrari – Tecnico

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Hamilton batte Rosberg e a Suzuka la Mercedes firma un’altra doppietta. La gara, però, è stata interrotta nel finale per un brutto incidente a Jules Bianchi.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/10/gia_2014_gara_hamilton.jpg Suzuka, Gara: Hamilton vince sotto la bandiera rossa, incidente grave per Jules Bianchi