Il Gran Premio d’Ungheria non ha regalato particolari gioie alla Ferrari la quale, a differenza degli appuntamenti da Barcellona in avanti, non è salita sul podio o nemmeno ha avuto la possibilità di provarci. Il leader del Mondiale Fernando Alonso non ha potuto far altro che difendersi, ma il risultato finale ottenuto, il 5° posto, può essere tranquillamente accolto con un sorriso a Maranello, visto che il vantaggio dello spagnolo sugli inseguitori è salito a 40 punti.

Stefano Domenicali, Team Principal della scuderia, è fra coloro a vedere questo aspetto: “È un bicchiere sicuramente mezzo pieno! – ha detto – Il 5° posto di Fernando gli permette di allungare il vantaggio in classifica ed è un risultato molto importante in un fine settimana in cui certamente non avevamo la prestazione per lottare con i migliori. È stata una corsa molto dura, decisa in gran parte dalla posizione in griglia e dalla partenza, con l’unica variabile legata al degrado degli pneumatici e alle diverse strategie che sono state adottate. Credo che, sotto questo profilo, abbiamo fatto le scelte giuste, che hanno permesso a Fernando di sopravanzare almeno 2 vetture più veloci della sua. Proprio la partenza è stata, in negativo, determinante per Felipe (Massa, ndr): le posizioni perse al via non è più riuscito a recuperarle nonostante un passo di gara all’altezza di chi lo precedeva”.

Tuttavia Domenicali è il primo a voler capire le cause delle difficoltà emerse a Budapest: “Come ho detto all’inizio, il bilancio non è negativo ma è chiaro che dobbiamo analizzare bene l’andamento di tutto il fine settimana per determinare che cosa ci ha portato a non essere competitivi come lo eravamo stati nelle ultime gare – ha proseguito – Ora abbiamo ancora una settimana di lavoro prima della pausa estiva: c’è tanto lavoro da fare per ridurre il ritardo nella prestazione e per prepararci nella maniera migliore per le ultime 2 gare della stagione europea. A Spa e a Monza si correrà in condizioni e su tracciati completamente diversi da quelli di Budapest, quindi tutto può accadere. Sarà importante essere pronti ad affrontare ogni possibile evenienza. Per qualche giorno potremo tirare il fiato ma sono sicuro che tutti i nostri ragazzi rimarranno con un pensiero fisso in testa…”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Il Gran Premio d’Ungheria non ha regalato particolari gioie alla Ferrari la quale, a differenza degli appuntamenti da Barcellona in […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/f1-300712-domenicali.jpg Stefano Domenicali traccia un bilancio positivo: “Il bicchiere è mezzo pieno!”