Lo 0 maturato a Silverstone è il momento più negativo di questa stagione della Ferrari, che in Gran Bretagna contava di accumulare punti importanti per mantenere vive le proprie speranze di conquistare il titolo. Vari episodi hanno invece fatto sì che sia Fernando Alonso che Felipe Massa restassero al di fuori della top 10, nonostante il potenziale della macchina si fosse rivelato, sin dalle prove libere, addirittura al di sopra del previsto.

“Sembra un periodo davvero stregato, dove tutto appare andare per il verso sbagliato. Non siamo contenti ma non dobbiamo però piangerci addosso bensì dobbiamo reagire con calma, restando concentrati e continuando a lavorare come abbiamo fatto in queste settimane”, ha sottolineato in ogni caso il direttore sportivo Stefano Domenicali. “Torniamo a casa senza punti ma con la consapevolezza che il potenziale a disposizione è all’altezza della situazione”.

Il ds di Maranello vuole ancora essere ottimista ed è convinto che il riscatto sia dietro l’angolo. “Inutile farci prendere dalla frustrazione: sono sicuro che presto arriveranno quei risultati e quei punti che, per tanti motivi, sono mancati nell’ultimo periodo. È chiaro che la classifica si è fatta complicata ma noi siamo convinti di avere ancora delle possibilità per lottare per il titolo. Continueremo a spingere sullo sviluppo della F10, fiduciosi nelle nostre chance di riguadagnare il terreno perduto fino ad oggi”.

Dello stesso parere il capo degli ingegneri di pista Chris Dyer: “È un momento difficile ma non dobbiamo mollare la presa. Abbiamo dimostrato di aver migliorato la prestazione della nostra vettura su un circuito non particolarmente congeniale alla nostra macchina. Dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione”.


Stop&Go Communcation

Lo 0 maturato a Silverstone è il momento più negativo di questa stagione della Ferrari, che in Gran Bretagna contava […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-120710-051.jpg Stefano Domenicali sprona la Ferrari a non mollare: “Dobbiamo reagire con calma e continuare a lavorare”