Il risultato ottenuto a Suzuka ha dato morale alla Ferrari, dal momento che il 2° posto di Fernandno Alonso su un circuito impegnativo come quello giapponese può rappresentare un ottimo viatico per concludere bene la stagione attuale e guardare con fiducia alla prossima. In tutta la scuderia c’è la volontà di crescere e migliorare per tornare al vertice.

Asootolineare questo aspetto è Stefano Domenicali, Team Principal della scuderia: “Penso che in termini di prestazioni, la gara in Giappone sia andata molto bene – ha detto – Abbiamo lottato ma questo 2° posto ha dimostrato che siamo davvero competitivi. Il nuovo approccio, diciamo più aggressivo, è quello giusto, quello che dobbiamo avere, non solo per la Corea, ma per tutti i successivi appuntamenti del campionato. I nostri obiettivi rimangono gli stessi: per incrementare il punteggio, dobbiamo concentrarci sul portare a casa un’altra vittoria ove possibile e lottare per far ottenere a Fernando il 2° posto nel Campionato Piloti. Questo obiettivo è molto importante soprattutto per mantenere alta la motivazione, non solo dei piloti, ma anche di tutta la squadra”.

La prestazione di Suzuka ha soddisfatto al 100% Domenicali: “La gara di Fernando è stata perfetta e fantastica – ha ribadito in seguito – È rimasto concentrato per tutta la durata della prova, sempre ben determinato nel fare tutto il possibile per gestire al meglio il consumo delle gomme. Felipe Massa ha avuto un buon fine settimana, fino al momento del contatto con Hamilton. È stato un peccato che ciò sia accaduto in un weekend molto positivo per Felipe, rovinato proprio dall’incidente. Il contatto tra le due vetture ha danneggiato alcune parti della 150° Italia e per questo motivo Felipe non ha potuto avere il passo che aveva dimostrato non solo in qualifica ma anche nei primi giri della gara dove era scattato subito molto bene. Meritava sicuramente di chiudere con un risultato migliore”.

Gli obiettivi fissati da Domenicali per le ultime gare del 2011 non sono solo focalizzati a mantenere alto il morale del team e a conquistare più punti e podi possibili: “La curva di apprendimento che abbiamo affrontato quest’anno sull’effetto aerodinamico dei gas di scarico e sul comportamento dei nuovi pneumatici, è qualcosa che i nostri ingegneri devono assicurarsi di aver compreso appieno, in modo da ottenere il massimo dalla prossima stagione – ha dichiarato – Con questo in mente, per il fine settimana coreano, cercheremo di testare alcune nuove componenti che ci aiuteranno a sviluppare una migliore comprensione della vettura del 2012”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Il risultato ottenuto a Suzuka ha dato morale alla Ferrari, dal momento che il 2° posto di Fernandno Alonso su […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/11/f1-111011-domenicali.jpg Stefano Domenicali: “Il nuovo approccio, più aggressivo, è quello giusto”