I primi passi in pista della F138 sono stati ritenuti molto positivi, ma il team principal Stefano Domenicali mantiene un approccio cauto: a suo parere la Ferrari non sarà la vettura da battere in occasione del Gran Premio d’Australia.

“Al momento la situazione sembra essere buona, in linea con il programma che abbiamo fissato. L’obiettivo è di essere vicini alle macchine di vertice, sarei molto sorpreso se fossimo i più veloci nella prima gara”, ha confessato Domenicali alla Reuters.

“Ma se fossimo tutti racchiusi in un paio di decimi, la stagione sarebbe poi molto lunga e tutto è possibile. Dobbiamo assicurarci di rimanere incollati alla macchina migliori, dopodiché a far la differenza dovranno essere i piloti alla squadra”.

“In Australia il campionato non finisce, è soltato l’inizio. Bisogna essere cauti e rimanere tranquilli”.

In ogni caso il salto in avanti rispetto a dodici mesi fa, quando la F2012 era stata protagonista di un avvio balbettante, sembra davvero notevole. “Siamo su un altro pianeta”, ha commentato il responsabile della scuderia di Maranello. “La situazione è totalmente diversa, ma non dobbiamo sottovalutare il fatto che tutti stanno lavorando bene. Per quanto visto nei test non mi sembra sia cambiato molto rispetto al finale dello scorso anno”.


Stop&Go Communcation

I primi passi in pista della F138 sono stati ritenuti molto positivi, ma il team principal Stefano Domenicali mantiene un […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/02/f1-270213-02.jpg Stefano Domenicali è cauto: “Sorpreso se la Ferrari fosse davanti in Australia”