La Ferrari sicuramente non può essere soddisfatta della stagione che ha appena portato a termine. Una sola vittoria in Inghilterra da parte di Fernando e l’inseguimento durato tutto l’anno, e senza che sia giunto ad un’effettiva soluzione, nei confronti della dominante Red Bull. Un 2011 che comunque ha dato alcuni insegnamenti importanti alla Rossa in vista del 2012.

Mella video chat organizzata per la Community della Scuderia Ferrari, il Team Principal Stefano Domenicali ha parlato del futuro: “L’abolizione degli scarichi che generavano carico aerodinamico è significativa, perchè non abbiamo saputo sfruttarli creando una performance adeguata nel 2011 – ha esordito con chi era in collegamento – È importante perchè riporta lo sviluppo aerodinamico su una situazione su cui lavoriamo da mesi. Per quanto riguarda Pat Fry, non credo nelle personalizzazioni, le scelte vanno nella direzione di massimizzare il rendimento del gruppo: tutti sono molto motivati per fare bene, e l’obiettivo è molto chiaro”.

La volontà del team è quella di guardare avanti: “Da un lato reagiamo con cambiamenti nell’organizzazione, poi ho chiesto agli ingegneri di non sottovalutare nessun aspetto della macchina, dobbiamo essere realisti e credo che le scelte che abbiamo preso siano molto efficaci – ha proseguito Domenicali – C’è una grande volontà di tornare dove dobbiamo essere. Credo che dobbiamo ringraziare l’ingegnere Aldo Costa perché anche grazie al suo contributo abbiamo vinto molti Titoli ed è un grande professionista. A volte però bisogna scuotere l’ambiente per prendere gli aspetti positivi che questo porta nella organizzazione. Se la scelta è stata giusta lo vedremo dai risultati”.

Per quanto riguarda il piano per la monoposto sembra che tutto sia nella norma: “Stiamo seguendo i nostri piani, stiamo lavorando da un paio di mesi sul nuovo progetto – ha aggiunto successivamente – Sulla carta il riscontro è sicuramente positivo ma dobbiamo aspettare la pista. I segnali che la macchina sia competitiva ci sono tutti, ma come ripeto, piedi per terra e mettiamoci sempre in discussione“.

E a chi gli chiede se Felipe Massa sia turbato dalle voci su Robert Kubica possibile ferrarista nel 2013, Domenicali risponde così: “Fa parte delle tattiche, a seconda degli interessi in gioco, che esistano queste voci – ha concluso – Mi aspetto da Felipe una stagione di grande recupero e rilancio. Per il resto siamo in un periodo di transizione, in cui il talento nei giovani è meno frequente da trovare. Abbiamo investito in giovani talenti, dal kart, con Lance Stroll, alla Formula 3 con Maisano e Marciello, fino a Bianchi e a Rigon, senza dimenticare che nella FDA c’è un giovane come Sergio Perez che ha fatto molto bene nel suo primo anno in Formula 1. Devono poter testare anche loro, questa è la ragione per cui vorremmo più test”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

La Ferrari sicuramente non può essere soddisfatta della stagione che ha appena portato a termine. Una sola vittoria in Inghilterra […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-171211-domenicali.jpg Stefano Domenicali convinto per il 2012: “Abbiamo segnali positivi”