Il team di Milton Keynes rivuole il secondo posto conquistato dal pilota australiano nella gara d’apertura del 2014.

Per questo motivo è stato presentato, nel rispetto dei tempi previsti, il ricorso contro la cancellazione di tale risultato, stabilita dai commissari della FIA a causa del superamento del livello consentito di flusso di carburante, pari a 100kg/h. Infrazione che la Red Bull ha da subito negato di aver commesso, sostenendo di essere rimasta sempre entro i parametri regolamentari, accusando il flussometro della Federazione di avere rilevato dati errati.

I tempi per la discussione del ricorso non dovrebbero essere brevi, dato che la FIA fisserà la data dell’udienza d’appello solo al termine di questa settimana; difficile, dunque, che la questione possa essere risolta in tempo per il Gp della Malesia, in programma il prossimo 30 marzo a Sepang.

Federico Fadda


Stop&Go Communcation

Presentato ufficialmente alla FIA il ricorso contro la cancellazione del podio conquistato a Melbourne dal pilota australiano.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/03/Ricciardo01.jpg Squalifica Ricciardo, Red Bull formalizza appello