Lewis Hamilton strappa una splendida pole position in Austria al termine di una sessione straordinariamente emozionante: incidenti, pioggia e sorprese hanno reso le qualifiche odierne un imprevedibile spettacolo che raramente la Formula 1 riesce ad offrire.

La Q3, iniziata sotto la pioggia, è stata una vera battaglia fino all’ultimo secondo: l’asfalto si è rapidamente asciugato, permettendo ai piloti in lotta per la pole un pit-stop e uno showdown finale con gomme da asciutto che ha premiato senz’altro il pilota più forte.

Lewis Hamilton si è così preso una determinante pole position, con Rosberg capace di segnare solo il secondo tempo: domani il tedesco partirà settimo in griglia vista la sostituzione del cambio necessaria dopo l’incidente della mattinata. Il suo posto a fianco di Hamilton cade così nelle mani di Nico Hulkenberg, protagonista sia sul bagnato che sull’asciutto nelle fasi finali. Il vincitore della 24h di LeMans 2015 non è, però, l’unica sorpresa della Top 10: domani in terza piazza partirà Jenson Button, visto che l’inglese si è classificato quinto dietro a Sebastian Vettel, ma anche lui verrà arretrato dalla quarta alla nona posizione.

Manca l’opportunità di stare in prima fila Raikkonen, che non fa meglio del sesto tempo (per un solo millesimo dietro a Button): il finlandese partirà quarto, davanti a Ricciardo e al penalizzato Rosberg. In quarta fila avanzano Bottas e Verstappen, con Vettel che si schiererà davanti all’ex-Ferrarista Felipe Massa, solo decimo.

Anche la Q2 non ha lesinato emozioni visto che i due piloti Red Bull e Raikkonen sono riusciti a qualificarsi con le gomme super soft, rinunciando alle più performanti ultra soft: una mossa decisiva, visto che le mescole usate in Q2 saranno quelle che verranno montate all’inizio della gara di domani e le coperture “viola” non hanno mostrato di poter sopravvivere per più di quattro/cinque giri.

Ha chiuso ad un passo dalla Q3 Gutierrez, che domani sarà undicesimo davanti alla sopresa Pascal Wehrlein, che ha regalato alla Manor una splendida dodicesima posizione davanti alla seconda Haas, quella di Grosjean. Quattordicesimo Alonso, furioso per le scelte strategiche della McLaren che gli hanno impedito di provare ad emulare l’ottima Q3 del compagno di squadra.

Fuori, senza tempo, Carlos Sainz (motore in fumo appena uscito dai box) e Sergio Perez, che ha visto la sua sospensione posteriore destra spezzarsi in Q1 dopo un passaggio sul cordolo. Il suo tempo è stato sufficiente ad entrare nella seconda manche di qualifica, senza però potervi partecipare.

Sorprese in negativo in Q1: fuori le due Renault di Magnussen e Palmer e anche Haryanto, distrutto dal confronto col compagno di squadra; partirà ventesimo Kvyat, finito a muro sempre per un cedimento della sospensione a causa di un passaggio sul cordolo, sollevando ancora perplessità sulle strutture aggiuntive montate all’esterno della pista. Il russo, nonostante un brutto incidente, ha preceduto le Sauber di Ericsson e Nasr, oggi lentissimi.

GP Spielberg, Qualifiche – Classifica:
1. Lewis Hamilton      – Mercedes              – 1:07.922
2. Nico Rosberg      – Mercedes              – 1:08.465
3. Nico Hulkenberg      – Force India Mercedes      – 1:09.285
4. Sebastian Vettel      – Ferrari              – 1:09.781
5. Jenson Button      – McLaren Honda          – 1:09.900
6. Kimi Räikkönen      – Ferrari              – 1:09.901
7. Daniel Ricciardo      – Red Bull Racing TAG Heuer     – 1:09.980
8. Valtteri Bottas      – Williams Mercedes          – 1:10.440
9. Max Verstappen      – Red Bull Racing TAG Heuer     – 1:11.153
10. Felipe Massa      – Williams Mercedes          – 1:11.977

11. Esteban Gutierrez      – Haas Ferrari      – 1:07.578
12. Pascal Wehrlein      – MRT Mercedes      – 1:07.700
13. Romain Grosjean      – Haas Ferrari      – 1:07.850
14. Fernando Alonso      – McLaren Honda      – 1:08.154
15. Carlos Sainz      – Toro Rosso Ferrari      – senza tempo
16. Sergio Perez      – Force India Mercedes  – senza tempo

17. Kevin Magnussen      – Renault          – 1:07.941
18. Jolyon Palmer      – Renault          – 1:07.965
19. Rio Haryanto      – MRT Mercedes      – 1:08.026
20. Daniil Kvyat      – Toro Rosso Ferrari      – 1:08.409
21. Marcus Ericsson      – Sauber Ferrari      – 1:08.418
22. Felipe Nasr      – Sauber Ferrari      – 1:08.446

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Hamilton in pole, Hulkenberg strappa la prima fila, Red Bull e Raikkonen che lavorano di strategia: qualifiche-show al Gran Premio d’Austria.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/07/aut_2016_qual_hamilton.jpg Spielberg, Qualifiche: dal caos emerge Hamilton, Hulkenberg strappa la prima fila