“Peggio che in Canada”. Bastano le parole pronunciate via radio da Jenson Button per descrivere le condizioni che i piloti hanno trovato in apertura della terza sessione di prove libere a Spa-Francorchamps. Prima dell’inizio (subito dopo le qualifiche GP3) la pioggia è tornata a cadere con precisione chirurgica e con notevole intensità.

Nei minuti iniziali tutti i corridori si sono limitati soltanto ad effettuare un giro di installazione, peraltro con notevole difficoltà: una copiosa scia d’acqua si alzava dal retrotreno delle vetture, difficili da tenere a bada anche con i pneumatici full wet.

Nell’ultimo quarto d’ora, dopo un precedente “tentativo” di Sebastian Vettel, la pista si è asciugata un po’ e ha permesso l’utilizzo delle Pirelli intermedie. Alla fine a ottenere il miglior tempo è stato ancora Mark Webber, che appena questa mattina ha visto ufficializzato il rinnovo del contratto con la Red Bull per la prossima stagione.

L’australiano ha marcato il crono di 2:08.988, sfiorato nel finale da Lewis Hamilton (2°), dietro per appena 58 millesimi. Distacchi più consistenti per tutti gli altri, con Jaime Alguersuari terzo a sorpresa, ma lontano oltre nove decimi. 4° piazza per Button, seguito da Vettel e da Sebastien Buemi con l’altra Toro Rosso, squadra complessivamente più attiva in questa ora di prove.

Al contrario, hanno viaggiato al risparmio i top team: Red Bull e McLaren appunto, ma soprattutto la Ferrari, con Felipe Massa penultimo e Fernando Alonso fanalino di coda. Lo spagnolo ha di fatto percorso soltanto 5 installation lap, senza marcare un riferimento cronometrico. Una scelta presa con la volontà di risparmiare treni di gomme rain, in un week-end in cui il meteo è destinato a non concedere sconti; anche le temperature non sono certo estive, con la colonnina di mercurio che tocca a malapena i 14 gradi.

Qualche brivido lo hanno regalato Bruno Senna, largo alla Curva 5, e Paul Di Resta, in testacoda (senza danni) a Pouhon dopo un controllo al limite nella salita dell’Eau Rouge. Sono stati autori di un fuoripista anche Pastor Maldonado e Timo Glock, non colti però dalla regia TV.

Tornando alla classifica, Nico Rosberg ha chiuso 7°, davanti a Sutil, Senna e Schumacher. 12° Heikki Kovalainen con la Lotus: con un meteo così, nelle qualifiche di oggi pomeriggio è lecito aspettarsi qualche sorpresa.

Classifica

01. Mark Webber – Red Bull Renault – 2:08.988
02. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – 2:09.046
03. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – 2:09.931
04. Jenson Button – McLaren Mercedes – 2:10.257
05. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – 2:10.402
06. Sebastien Buemi – Toro Rosso Ferrari – 2:10.580
07. Nico Rosberg – Mercedes 1m10.837
08. Adrian Sutil – Force India Mercedes – 2:11.437
09. Bruno Senna – Renault – 2:11.664
10. Michael Schumacher – Mercedes – 2:11.667
11. Paul di Resta – Force India Mercedes – 2:11.874
12. Heikki Kovalainen – Lotus Renault – 2:13.036
13. Pastor Maldonado – Williams Cosworth – 2:13.074
14. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – 2:13.182
15. Vitaly Petrov – Renault – 2:13.290
16. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – 2:13.778
17. Sergio Perez – Sauber Ferrari – 2:14.334
18. Jarno Trulli – Lotus Renault – 2:14.682
19. Jerome D’Ambrosio – Virgin Cosworth – 2:17.159
20. Timo Glock – Virgin Cosworth – 2:18.039
21. Daniel Ricciardo – HRT Cosworth – 2:19.001
22. Tonio Liuzzi – HRT Cosworth – 2:19.001
23. Felipe Massa – Ferrari – 2:19.597
24. Fernando Alonso – Ferrari

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

“Peggio che in Canada”. Bastano le parole pronunciate via radio da Jenson Button per descrivere le condizioni che i piloti […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-270811-02.jpg Spa, Libere 3: Ancora Webber, ancora la pioggia