Mark Webber, Fernando Alonso, Jenson Button, e via discorrendo: la seconda sessione di prove libere a Spa-Francorchamps ha offerto ai piloti la possibilità di utilizzare le gomme slick per circa un quarto d’ora, durante il quale tutti i concorrenti hanno ottenuto i propri migliori tempi.

L’australiano della Red Bull ha sfruttato questa breve fase per marcare il suo 1:50.321, con cui precede di 140 millesimi lo spagnolo della Ferrari e di 4 decimi e mezzo l’inglese della McLaren. È bastato così poco quindi per far emergere i tre team più forti dello schieramento, sensazione confermata da Lewis Hamilton (4°) e Felipe Massa (5°), mentre Sebastian Vettel è rimasto un po’ più indietro (10°): di certo il tedesco non ha da preoccuparsi in un venerdì che non offre molti riscontri significativi.

Il turno era cominciato con l’asfalto in fase si asciugamento costante, grazie anche alla comparsa di un po’ di sole dopo i precedenti rovesci d’acqua. Dopo aver cominciato con le intermedie i concorrenti hanno così potuto appunto montare le Pirelli slick (il primo è stato Alonso), ma sul più bello è tornata la pioggia con una certa intensità, addirittura anticipando di qualche minuto le previsioni meteo.

Le squadre non hanno comunque spento i motori, tastando il terreno nel caso di qualifiche e gara in condizioni analoghe. Impossibile comunque abbassare ulteriormente i riferimenti cronometrici, che consegnano il 6° posto a Nico Rosberg davanti a Sergio Perez e a Nico Hulkenberg, collaudatore della Force India per la prima volta chiamato all’opera nel pomeriggio e capace di precedere il compagno Paul Di Resta.

Michael Schumacher, che celebra le due decadi di Formula 1, dopo l’exploit mattutino ha chiuso 11°. Per il resto poco da segnalare, al di là di un problema tecnico che ha frenato Vitaly Petrov, fanalino di coda del gruppo. Sistemata la vettura dopo il crash di stamane, Bruno Senna ha ripreso a girare con l’altra Renault, mentre non sono mancati alcuni errori, come quello (innocuo) di Timo Glock a Pouhon o l’escursione sull’erba del nostro Jarno Trulli.

Domani mattina alle 11:00 la terza e ultima sessione di libere, con le squadre che incrociano le dita per poter valutare in maniera attendibile le novità introdotte per questo appuntamento.

Classifica

01. Mark Webber – Red Bull Renault – 1:50.321
02. Fernando Alonso – Ferrari – 1:50.461
03. Jenson Button – McLaren Mercedes – 1:50.770
04. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – 1:50.838
05. Felipe Massa – Ferrari – 1:51.218
06. Nico Rosberg – Mercedes – 1:51.242
07. Sergio Perez – Sauber Ferrari – 1:51.655
08. Nico Hulkenberg – Force India Mercedes – 1:51.725
09. Paul di Resta – Force India Mercedes – 1:51.751
10. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – 1:51.790
11. Michael Schumacher – Mercedes – 1:51.922
12. Pastor Maldonado – Williams Cosworth – 1:52.750
13. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – 1:52.780
14. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – 1:52.911
15. Sébastien Buemi – Toro Rosso Ferrari – 1:53.009
16. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – 1:53.156
17. Bruno Senna – Renault – 1:53.835
18. Jarno Trulli – Lotus Renault – 1:55.051
19. Timo Glock – Virgin Cosworth – 1:55.494
20. Heikki Kovalainen – Lotus Renault – 1:56.202
21. Jerome D’Ambrosio – Virgin Cosworth – 1:56.816
22. Tonio Liuzzi – HRT Cosworth – 1:57.450
23. Daniel Ricciardo – HRT Cosworth – 1:57.612
24. Vitaly Petrov – Renault – 2:02.234

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Mark Webber, Fernando Alonso, Jenson Button, e via discorrendo: la seconda sessione di prove libere a Spa-Francorchamps ha offerto ai […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-260811-02.jpg Spa, Libere 2: Webber al top con le slick, pioggia ancora protagonista