Autore di una buona partenza a dispetto della breve digressione nella via di fuga compiuta poco prima di imboccare la sezione dell’Eau Rouge-Raidillon, al termine dei 44 giri previsti il finlandese Kimi Raikkonen ha regalato alla Ferrari il primo successo stagionale, maturato fin dai primi passaggi anche grazie ad una F60 apparsa particolarmente competitiva sui curvoni e i saliscendi di Spa Francorchamps.  

Il portacolori della scuderia di Maranello è rimasto inizialmente incollato agli scarichi della Force India del poleman Giancarlo Fisichella, salvo poi assumere il comando delle operazioni dopo appena quattro giri. Guadagnata la leadership, Raikkonen non è più stato realmente impensierito da nessun concorrente, sebbene Fisichella abbia seguito come un’ombra il ferrarista fino allo sventolare della bandiera a scacchi.  

Il 36enne pilota romano ha quindi concretizzato quanto di buono fatto vedere nelle prove ufficiali artigliando una preziosissima piazza d’onore alle spalle di Raikkonen, quasi come se il destino avesse scelto Fisichella per proporlo quale naturale sostituto del poco efficace Luca Badoer a Monza, in attesa che Felipe Massa termini la riabilitazione in Brasile e torni al volante della Ferrari.  A completare il podio ci ha pensato il mai domo Sebastian Vettel, partito piuttosto indietro ma capace nonostante tutto di agguantare il terzo gradino dopo una gara d’attacco. Risultato incoraggiante per il duo Bmw composto da Robert Kubica e Nick Heidfeld, con il 24enne pilota polacco che è riuscito a precedere sulla linea del traguardo il compagno di squadra tedesco.  

Poca gloria per la McLaren: Heikki Kovalainen, unico superstite tra i piloti della scuderia di Woking, ha badato a non commettere errori risalendo bene dalle posizioni di rincalzo, per poi concludere in sesta piazza. In zona punti Rubens Barrichello, protagonista in negativo al via complice uno start a rilento, e driver della Williams Nico Rosberg, autore di una gara consistente.  Giornata da dimenticare per l’altro alfiere della Red Bull Mark Webber, soltanto nono all’arrivo a causa di un drive-through giustamente comminatogli dai commissari sportivi per un comportamento poco corretto tenuto nei confronti di Nick Heidfeld in uscita dai box subito dopo le operazioni di cambio gomme e rifornimento. Persa la calma, l’australiano è incappato in un paio di errori di guida che ne hanno ulteriormente limitato le ambizioni, facendogli quindi perdere terreno.  

Delusione comprensibile in casa Toyota. Timo Glock ha frequentato a lungo le zone nobili della classifica prima di incorrere in un problema di refuelling ai box, così come accaduto al compagno di colori Jarno Trulli, penalizzato anche da un contatto al via che l’ha costretto a rientrare anticipatamente in pit-lane per eseguire le riparazioni del caso. Il tedesco ha concluso al decimo posto, mentre l’abruzzese, scattato in prima fila al fianco di Fisichella, non è riuscito a vedere il traguardo. Ennesima prestazione sottotono per Luca Badoer, giunto quattordicesimo nonostante il buon week-end vissuto dalla scuderia del Cavallino.  

Grande confusione al momento della partenza, con ben quattro concorrenti eliminati dopo pochi metri e conseguente ingresso della safety car: un testacoda dell’irriconoscibile Jenson Button a Les Combes ha seminato il panico privando di possibili punti il campione del mondo in carica Lewis Hamilton e gli incolpevoli rookies Romain Grosjean e Jaime Alguersuari. Ritiro per il due volte iridato Fernando Alonso, entrato in contatto con la Force India di Adrian Sutil al momento dello spegnersi del semaforo rosso e successivamente vittima di un problema nella gestione del copricerchio di una ruota.  

Prossimo appuntamento tra quindici giorni sull’autodromo di Monza, dove Vettel si presenterà con tutte le intenzioni di rendere la vita difficile al leader del campionato Button, inseguito più da vicino anche dal compagno di squadra Barrichello. Buone prospettive per la Ferrari, che nell’80° Gran Premio d’Italia godrà come ovvio dell’importante sostegno della calorosa tifoseria tricolore.  

Ordine di arrivo (clicca qui) 

Classifica Piloti (clicca qui) 

Classifica Costruttori (clicca qui)

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Autore di una buona partenza a dispetto della breve digressione nella via di fuga compiuta poco prima di imboccare la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/151.jpg Spa – Gara: Colpaccio Ferrari. Raikkonen porta al successo il pacchetto F60, sul podio Fisichella e Vettel. Trulli e Button KO