E' stata, come ci si poteva aspettare, una gara dal risultato inaspettato ed estremamente combattuta. Era da molto tempo che non si vedeva un duello per la vittoria del genere, con due piloti costantemente appaiati, fino all'ultima curva. Spa ci ha ancora una volta fatto godere di una bella gara ed ha più che mai evidenziato che, quando c'è il circuito giusto, anche il sorpasso non è un'utopia.

La gara si è decisa nelle battute iniziali. Kimi Raikkonen, di nuovo autore di un'ottimo spunto, ha approfittato dell'ampia via di fuga per prendere la scia di Heidfeld e portarsi in seconda posizione già dopo poche curve, mentre alle sue spalle il solito Grosjean causava il ritiro di quattro vetture. Safetycar in pista, che ha permesso al finlandese, munito del kers, di riprendere in accelerazione da Eau Rouge Fisichella e portarsi in testa. Sorpasso decisivo, con una Force India per la prima volta vettura più veloce in pista. Ecco che la gara è stata per Fisico un continuo tentativo di avvicinarsi al pilota della Ferrari, il cui vantaggio nel primo stint non è mai stato superiore ai 2 secondi. Tornati ai box insieme, il copione si è ripetuto identico nella fase centrale di gara, ma stavolta il distacco dell'italiano si è addirittura ridotto.

Al momento del secondo pit, ancora una volta le due vetture sono rientrate insieme: nonostante un ultimo tentativo di rimonta del pilota romano, Raikkonen ha saputo egregiamente sfruttare la sua ritrovata Ferrari e il kers nei lunghi rettilinei, riportando a Maranello la vittoria che mancava dall'anno scorso. Successo importante per il finlandese, che si porta a quota 18 vittorie, di cui 9 in Ferrari, e può riascoltare dopo bene 25 gare l'inno del suo paese di fronte alla folla con il quinto posto in classifica in tasca.

"E' stata una vittoria difficile" ha ammesso Raikkonen. "All'inizio del campionato eravamo indietro rispetto ai top team, a Barcellona abbiamo fatto un passo avanti ma non è stato sufficiente, tra l'altro nelle ultime gare non abbiamo portato aggiornamenti perchè ci stiamo concentrando sulla prossima vettura. E' passato del tempo dal mio ultimo successo… il mio scopo era di vincere almeno una gara quest'anno e cercare di finire terzo in campionato, certo è stata molto dura oggi. Non eravamo i più veloci in pista ma siamo comunque riusciti a tenere gli altri dietro. Sapevo di dover superare subito Fisichella perchè dopo ci saremmo fermati insieme più o meno e non avrei avuto altre possibilità. Grazie al kers sono riuscito ad essergli vicinissimo e dopo la collinal'ho superato, da quel momento sapevo che senza errori ce l'avrei potuta fare. Ora siamo tutti felici e speriamo di portare a casa altri buoni risultati nelle prossime gare. Qui vado sempre molto bene, vediamo cosa riusciremo a fare nell'ultima parte di stagione".

Grande soddisfazione, e un briciolo di rimpianto, per Giancarlo Fisichella. "Certamente è un grande risultato per noi. L'importante era finire a punti, quindi un secondo posto è eccezionale, anche se so di essere stato più veloce di Kimi. Mi ha sorpassato grazie al kers all'inizio, ma in seguito ero dietro di lui, avevo un ottimo passo anche se lo seguivo, purtroppo avevamo anche la stessa strategia di pit. Ero a solo un secondo da lui, davvero avrei potuto vincere".

Terzo posto forse inaspettato per Sebastian Vettel, che torna a sorridere dopo le ultime brutte uscite. Il tedesco ha approfittato dei problemi al via di chi lo precedeva, tenendo poi un passo molto veloce nonostante il gran quantitativo di benzina a bordo. Nell'ultima parte di gara ha fatto segnare più volte il giro veloce, avvicinandosi a pochi secondi dalla coppia di testa. "Guardando al campionato, è un ottimo risultato per me. Penso che il titolo sia ancora aperto, soprattutto considerando come è stata pazza questa stagione. Abbiamo visto che è un continuo di alti e bassi, qui la Force India era velocissima e penso lo sarà anche a Monza, quindi la chiave sarà la consistenza. Oggi ho guadagnato sei punti su Jenson dopo una bella gara, finire davanti sarebbe stato possibile solo con una migliore qualifica. Il nostro passo era eccellente e anche migliore dei due di testa, il tempo perso all'inizio è stato decisivo. Tutto sommato, posso considerarmi soddisfatto".

Gabriele Russo


Stop&Go Communcation

E' stata, come ci si poteva aspettare, una gara dal risultato inaspettato ed estremamente combattuta. Era da molto tempo che […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/14_155626.jpg Spa – Analisi e interviste 1: Soddisfazione per Raikkonen, euforia Fisichella. Vettel pensa sempre al titolo