È una prima sessione senz’altro anomala quella che apre il week-end del secondo GP di Russia: mezz’ora sottratta al tempo generale a causa di una perdita di gasolio sul tracciato, asfalto che rimane molto scivoloso causando tanti errori dei piloti, e una leggera pioggia a complicare ulteriormente il mix.

Il risultato è una classifica strana, che poco racconta dei valori in campo: davanti a tutti c’è Nico Hulkenberg, bravissimo fin da subito a gestire le difficili condizioni di aderenza dell’asfalto e a precedere i più “titolati” Rosberg e Vettel, che oggi devono accontentarsi del ruolo di inseguitori.

La Force India è sembrata molto a suo agio in queste condizioni difficili, con Sergio Perez che ha trovato la giusta finestra per postare un ottimo quarto tempo, precedento Ricciardo, Sainz ed il leader del mondiale Hamilton, solo settimo e protagonista di uno spettacolare testacoda a fine sessione.

Lo stesso Hamilton aveva dovuto evitare, solo pochi minuti prima, un evento simile con Felipe Massa autore di un 360° proprio davanti al muso della sua Mercedes: il brasiliano ha chiuso solo dodicesimo, mentre Bottas (esibendosi in traversi degni di una prova di rally) si è piazzato ottavo, davanti a Verstappen ed al connazionale Raikkonen.

Si è intravista nelle prime posizioni anche la McLaren, che con Button e Alonso ha approfittato del tardo ingresso in pista dei big per girare in tranquillità: alla bandiera a scacchi, però, per i due ci sono solo la undicesima e quattordiceisma posizione.

GP Russia, Prove Libere 1 – Classifica:
1. Nico Hulkenberg – Force India – 1:44.355
2. Nico Rosberg – Mercedes – 1:44.407 – +0.052
3. Sebastian Vettel – Ferrari – 1:44.986 – +0.631
4. Sergio Perez – Force India – 1:45.146 – +0.791
5. Daniel Ricciardo – Red Bull Racing – 1:45.233 – +0.878
6. Carlos Sainz Jr. – Toro Rosso – 1:45.488 – +1.133
7. Lewis Hamilton – Mercedes – 1:45.691 – +1.336
8. Valtteri Bottas – Williams – 1:45.746 – +1.391
9. Max Verstappen – Toro Rosso – 1:46.203 – +1.848
10. Kimi Raikkonen – Ferrari – 1:46.215 – +1.860
11. Jenson Button – McLaren – 1:46.231 – +1.876
12. Felipe Massa – Williams – 1:46.333 – +1.978
13. Felipe Nasr – Sauber – 1:46.747 – +2.392
14. Fernando Alonso – McLaren – 1:47.443 – +3.088
15. Pastor Maldonado – Team Lotus – 1:48.006 – +3.651
16. Daniil Kvyat – Red Bull Racing – 1:48.096 – +3.741
17. Jolyon Palmer – Team Lotus – 1:49.094 – +4.739
18. Roberto Merhi – Manor – 1:52.994 – +8.639
19. Marcus Ericsson – Sauber – 1:54.272 – +9.917
20. Will Stevens – Manor – 1:58.254 – +13.899

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Prove accorciate, pioggia, perdite di gasolio sulla pista: nel caos delle libere 1 a Sochi brilla la stella di Nico Hulkenberg.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/10/soc_2015_lib1_hulkenberg.jpg Sochi, Libere 1: Hulkenberg emerge dal caos