La Germania avrà anche perso la semifinale mondiale di calcio in Sudafrica, ciononostante l’alfiere della Red Bull Sebastian Vettel, tedesco purosangue originario di Heppenheim, sembra avere tutte le carte in regola per regalare grandi soddisfazioni ai tifosi del suo Paese nel fine settimana di Silverstone. Lo dimostra la pole position conquistata da ‘Wonder Boy’ in 1:29.615 in un soleggiato sabato pomeriggio inglese, che ha permesso alla compagine con sede a Milton Keynes di artigliare la nona partenza al palo della stagione su dieci eventi fin qui disputati.

A completare la festa Red Bull ci ha pensato l’australiano Mark Webber, abile nell’artigliare il secondo posto davanti alla Ferrari del volitivo Fernando Alonso, chiamato a guidare l’armata del Cavallino verso le posizioni nobili della classifica. Quarta piazza solo in parte deludente per l’idolo locale Lewis Hamilton, che ha avuto ragione della Mercedes di Nico Rosberg e della sempre temibile Renault di Robert Kubica.

Settimo crono ad appannaggio dell’altro ferrarista Felipe Massa, che in Q1 ha avuto il suo bel daffare nel districarsi tra il traffico, complice anche la HRT del rientrante Sakon Yamamoto. A seguire l’ottimo Rubens Barrichello, in grado di sfruttare il congegno F-Duct montato sulla Williams oltre che la soluzione degli scarichi ribassati per nulla apprezzata dalla McLaren. A chiudere la top ten Pedro de la Rosa, buon nono, e Michael Schumacher, finito anche largo nella difficile curva Copse.

L’ostacolo della Q2 miete vittime illustri: a farne le spese Adrian Sutil, che dopo la Practice 3 è dovuto ricorrere a una nuova unità del propulsore Mercedes classificandosi in undicesima posizione. A seguire la Sauber di Kamui Kobayashi e la Williams di Nico Hulkenberg, con l’alfiere della McLaren Jenson Button soltanto quattordicesimo a riprova dei problemi palesati dal pacchetto MP4-25 al cospetto del pubblico di casa.

Il campione del mondo in carica si è più volte lamentato a causa dell’assenza di grip sugli pneumatici, salutando anzitempo la compagnia. Sabato tribolato per Vitantonio Liuzzi, coinvolto in una innocua scaramuccia con Hulkenberg, che ha concluso in quindicesima piazza lasciandosi alle spalle il rookie della Renault Vitaly Petrov, vittima di un guasto tecnico sulla sua R30 a cinque minuti dalla fine della Q2, e il portacolori della Toro Rosso Sebastien Buemi, diciassettesimo in graduatoria.

Incappa nella temuta ‘knock-out zone’ della prima eliminatoria lo spagnolo Jaime Alguersuari, che si è accontentato di precedere la Lotus del finlandese Heikki Kovalainen, miglior pilota delle nuove scuderie, il driver Virgin Timo Glock e l’esperto Jarno Trulli, ventunesimo al termine. Differenze tutto sommato non così evidenti in casa HRT, con Karun Chandhok, autore di un ‘lungo’ nei secondi finali della Q1, più veloce del giapponese Sakon Yamamoto di quattro decimi abbondanti.

Il 62° Gran Premio di Gran Bretagna scatterà domani sul rinnovato circuito di Silverstone alle ore 13:00 locali (le 14:00 in Italia), con ottime possibilità di assistere ad una gara tiratissima fino allo sventolare della bandiera a scacchi.

Griglia di Partenza 

01. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – 1:30.841  1:30.480  1:29.615
02. Mark Webber – Red Bull Renault – 1:30.858  1:30.114  1:29.758
03. Fernando Alonso – Ferrari – 1:30.997  1:30.700  1:30.426
04. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – 1:31.297  1:31.118  1:30.556
05. Nico Rosberg – Mercedes – 1:31.626  1:31.085  1:30.625
06. Robert Kubica – Renault – 1:31.680  1:31.344  1:31.040
07. Felipe Massa – Ferrari – 1:31.313  1:31.010  1:31.172
08. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – 1:31.424  1:31.126  1:31.175
09. Pedro de la Rosa – Sauber Ferrari – 1:31.533  1:31.327  1:31.274
10. Michael Schumacher – Mercedes – 1:32.058  1:31.022  1:31.430

11. Adrian Sutil – Force India Mercedes – 1:31.109  1:31.399
12. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – 1:31.851  1:31.421
13. Nico Hulkenberg – Williams Cosworth – 1:32.144  1:31.635
14. Jenson Button – McLaren Mercedes – 1:31.435  1:31.669
15. Vitantonio Liuzzi – Force India Mercedes – 1:32.226  1:31.708
16. Vitaly Petrov – Renault – 1:31.638  1:31.796
17. Sebastien Buemi – Toro Rosso Ferrari – 1:31.901  1:32.012

18. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – 1:32.430
19. Heikki Kovalainen – Lotus Cosworth – 1:34.405
20. Timo Glock – Virgin Cosworth – 1:34.775
21. Jarno Trulli – Lotus Cosworth – 1:34.864
22. Lucas Di Grassi – Virgin Cosworth – 1:35.212
23. Karun Chandhok – HRT Cosworth – 1:36.576
24. Sakon Yamamoto – HRT Cosworth – 1:36.968

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

La Germania avrà anche perso la semifinale mondiale di calcio in Sudafrica, ciononostante l’alfiere della Red Bull Sebastian Vettel, tedesco […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/vettelsilver2.jpg Silverstone, Qualifiche: Vettel in pole position, Webber completa la prima fila Red Bull. Bene Alonso (3°) e Massa (7°)