Il Gran Premio d’Inghilterra è da diverse stagioni sotto osservazione, dal momento che la storica sede di Silverstone è minacciata dalle rivali Donington e Brands Hatch. Il rinnovamento del circuito negli ultimi due anni è stato un passo importante per preservare il posto in calendario, ma ora gli organizzatori hanno presentato richieste di pianificazione che  riguarderebbero la struttura nel suo complesso.

In particolare la proposta, presentata all’Aylesbury Vale District Council ed al South Northants District Council, include parchi tecnologici e un’area business, tre hotel, un campus di educazione, servizi ausiliari al dettaglio e servizi per gli spettatori, incluso un museo sul motorsport.

Le attività dovrebbero garantire 8.400 posti fissi di lavoro, più 550 temporanei all’anno: “Questa è la più importante iniziativa che Silverstone ha intrapreso nei suoi 60 anni di storia – ha detto Richard Phillips, Direttore Manager di Silverstone – Le cose sono cambiate nettamente dai primi giorni. L’approvazione di questa richiesta di pianificazione aiuterà a mantenere la posizione di Silverstone come centro globale di riferimento per lo sport, il tempo libero, l’educazione e la tecnologia e supporta la sua visione di divenire una destinazione mondiale di punta per gli sport a motori”.

Stuart Rolt, Capo del British Racing Drivers’ Club, ha inoltre aggiunto: “La presentazione di questo piano è un grosso passo avanti nella realizzazione del potenziale commerciale di Silverstone e del suo patrimonio di 760 acri – ha riferito – La tempistica di questa domanda di costruzione è strettamente collegata al processo che stiamo attualmente facendo per cercare potenziali investimenti da parte di terzi che ci permetteranno di andare avanti più velocemente coi nostri piani”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Il Gran Premio d’Inghilterra è da diverse stagioni sotto osservazione, dal momento che la storica sede di Silverstone è minacciata […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-120811-silverstone.jpg Silverstone punta su proposte di ampliamento dell’intero impianto