Temperature gradevoli e cielo in gran parte sgombro da nuvole nelle prime prove libere di scena sullo storico circuito di Silverstone, il cui layout è stato radicalmente rivisto con l’obiettivo dichiarato di favorire le situazioni di bagarre in pista. L’onore e l’onere di aprire le danze nella Practice 1 spetta al vincitore del Gran Premio d’Europa Sebastian Vettel, capace di fermare il cronometro su un positivo 1:32.280 forte di un margine di vantaggio sul diretto inseguitore Lewis Hamilton quantificabile in tre decimi abbondanti. Il tedesco di casa Red Bull ha ribadito l’ottimo stato di forma del pacchetto RB6 ridimensionando le velleità dell’idolo locale Hamilton, che si è reso protagonista di un paio di digressioni fuori pista lamentando dei problemi di grip nella nuova sezione del tracciato. Il bilanciamento della McLaren non è quindi parso perfetto, con l’ex campione del mondo più volte oltre il limite nella difficile curva Abbey, caratterizzata da un avallamento in grado di mettere in crisi anche altri piloti.

Terza posizione ad appannaggio di un volitivo Robert Kubica, ‘fresco’ di riconferma in seno al team Renault fino al termine del 2012. Il polacco ha subito interpretato al meglio le tante insidie di Silverstone dimostrando di avere raggiunto un invidiabile affiatamento con la R30. Ottimo quarto Mark Webber, abile nel lasciarsi alle spalle il terrificante looping che l’aveva costretto al ritiro in quel di Valencia. A seguire il portacolori della Force India Adrian Sutil, quinto davanti alla Mercedes di Nico Rosberg, intenzionato a risollevare le sorti dello squadrone di Stoccarda in barba ai numerosi guai patiti di recente dalla compagine diretta da Ross Brawn.

Buon settimo Nico Hulkenberg, che ha montato per la prima volta il congegno F-Duct sulla sua Williams traendone evidenti benefici. Soltanto ottavo Jenson Button, mentre a chiudere la top ten ci hanno pensato Michael Schumacher, autore di un testacoda nei pressi della curva Village, e Rubens Barrichello, che ha nuovamente testato la validità degli scarichi ribassati, provati stamattina anche dalla McLaren.

Non pervenute le Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa, con lo spagnolo che non è andato oltre il tredicesimo crono lasciando il compagno di squadra addirittura in diciassettesima posizione. Il due volte iridato ha scelto di utilizzare la nuova ala posteriore, il brasiliano si è invece gettato nella mischia facendo a meno della componente aerodinamica per effettuare una comparazione.

Nella lotta tra le scuderie new entry prosegue a dettare legge Heikki Kovalainen, diciannovesimo alla chiusura delle ostilità. Qualche problema di troppo per Timo Glock, che ha dovuto attendere una cinquantina di minuti prima di poter scendere in pista a causa di un guasto all’impianto del rifornimento. Il driver della Virgin ha concluso ventesimo precedendo il team-mate Lucas Di Grassi. Attesa snervante anche per il collaudatore della Lotus Fauruz Fauzy, chiamato a rimpiazzare Jarno Trulli nella Practice 1: sulla Lotus del malese i meccanici hanno infatti dovuto sostituire il propulsore Cosworth consentendo comunque al pilota di Kuala Lumpur di completare undici tornate. Fanalino di coda il rientrante Sakon Yamamoto, promosso titolare dalla HRT dopo il (momentaneo?) divorzio dal nipote d’arte Bruno Senna, giunto come un fulmine a ciel sereno nell’apparente tranquillità di Silverstone. Nota di curiosità: nessun italiano ha preso parte alla prima sessione di prove, con Jarno Trulli sostituito da Fauzy e Vitantonio Liuzzi che ha lasciato spazio al tester Force India Paul Di Resta, quattordicesimo al termine.

Il secondo turno di libere prenderà il via nel pomeriggio alle ore 14:00 locali, più precisamente quando in Italia, tenendo a mente la differenza di un’ora rispetto al Regno Unito, le lancette dell’orologio segneranno le 15:00.

Classifica

01. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – 1:32.280
02. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – +0.334
03. Robert Kubica – Renault – +0.445
04. Mark Webber – Red Bull Renault – +0.467
05. Adrian Sutil – Force India Mercedes – +0.688
06. Nico Rosberg – Mercedes – +1.038
07. Nico Hulkenberg – Williams Cosworth – +1.097
08. Jenson Button – McLaren Mercedes – +1.239
09. Michael Schumacher – Mercedes – +1.675
10. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – +1.736
11. Sebastien Buemi – Toro Rosso Ferrari – +1.852
12. Vitaly Petrov – Renault – +2.085
13. Fernando Alonso – Ferrari – +2.210
14. Paul Di Resta – Force India Mercedes – +2.300
15. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – +2.430
16. Pedro de la Rosa – Sauber Ferrari – +2.621
17. Felipe Massa – Ferrari – +2.757
18. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – +3.038
19. Heikki Kovalainen – Lotus Cosworth – +4.467
20. Timo Glock – Virgin Cosworth – +5.050
21. Lucas Di Grassi – Virgin Cosworth – +5.238
22. Karun Chandhok – HRT Cosworth – +6.455
23. Fairuz Fauzy – Lotus Cosworth – +7.230
24. Sakon Yamamoto – HRT Cosworth – +7.393

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Temperature gradevoli e cielo in gran parte sgombro da nuvole nelle prime prove libere di scena sullo storico circuito di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/vettelsilver3.jpg Silverstone, Libere 1: Vettel al comando davanti all’idolo locale Hamilton, sorpresa Kubica (3°). Alonso 13° e Massa 17°