Incredibile vittoria sul circuito di casa per Lewis Hamilton, in una gara che ha visto delle ottime Williams in testa e l’arrivo della pioggia nel finale.

Il pilota inglese festeggia la sua 38esima vittoria in carriera, la terza nel Gran Premio di Gran Bretagna, dedicandola a tutti i suoi tifosi presenti. Accanto a lui sul podio Nico Rosberg e Sebastian Vettel, rispettivamente al 2° e 3° posto. Le due Williams di Felipe Massa e Valtteri Bottas sono “solamente” quarta e quinta dopo l’ottima prima parte di gara; dietro di loro Daniil Kvyat, Nico Hulkeneberg, Kimi Raikkonen, Sergio Perez e Fernando Alonso, per la prima volta a punti in questa stagione.

E dire che alla partenza il campione del mondo si è ritrovato subito in difficoltà, con le due Williams rapide nello scattare dalla loro piazzola, con Massa subito in testa e Bottas tra le due Frecce d’Argento. Alla curva 3 avviene un contatto multiplo tra le Lotus di Pastor Maldonado e Romain Grosjean e le due McLaren di Jenson Button e Alonso; solamente quest’ultimo riesce a continuare la gara, mentre interviene in pista la safety car.

Quando al termine del 3° giro la safety car rientra ai box, Hamilton tenta di rimanere incollato agli scarichi del brasiliano della Williams, ma finisce lungo all’ultima chicane e Bottas sfrutta questa occasione per sopravanzare l’inglese e impossessarsi della seconda posizione. Per tutta la prima parte di gara son le due vetture inglesi a comandare la gara, seppur i due piloti Mercedes rimangono vicini.

La compagine di Stoccarda pensa già di far rientrare Hamilton al 15° giro, ma richiama i propri meccanici e rimandando il pit-stop cinque tornate più tardi e montando sulla vettura dell’inglese le gomme a mescola dura. La Williams copre subito la decisione degli avversari e richiama Massa ai box il giro successivo, seguito da Rosberg che tenta di sorpassarlo in corsia box senza successo. Rientra Bottas al 22° passaggio, ma finisce dietro al compagno di squadra e Hamilton è in testa alla corsa, anche grazie ad una serie di giri veloci.

La gara di Carlos Sainz si conclude alla 33esima tornata, con la sua Toro Rosso ferma all’ultima curva. Interviene la virtual safety car, senza cambiare le carte in tavola; quello che preoccupa maggiormente le varie squadre è la pioggia in arrivo sul circuito, che si presenta due passaggi dopo nella zona dei vecchi box.

Tra i primi a montare gomme intermedie sono Marcus Ericsson, Will Stevens, Alonso e Kimi Raikkonen, ma la pioggia non è davvero intensa e la maggior parte dei piloti continua la corsa con le gomme d’asciutto. Sfruttando le difficoltà di pista bagnata alla Luffield, Rosberg riesce a sopravanzare Bottas e si issa in terza posizione, superando poi Massa al 41° giro.

Arriva una seconda ondata di pioggia verso il 44° passaggio, molto più fitta della precedente, e Hamilton rientra ai box all’ultimo momento; mossa intelligente dell’inglese, che fa rimanere in pista il compagno di squadra costretto a percorrere un giro con le gomme d’asciutto ormai inopportune. Anche Vettel cambia gomme, montando le intermedie, e riesce ad uscire davanti alle Williams, guadagnando così il podio.

Con la pista completamente bagnata, Hamilton inizia a dare spettacolo e aumenta il suo vantaggio sul compagno di squadra e primo inseguitore, andando a vincere il Gran Premio di Gran Bretagna. Rosberg deve accontentarsi del 2° posto, mentre in Ferrari si festeggia l’arrivo a podio di Vettel, anche se rimane il rammarico di aver rovinato la gara a Raikkonen.

Elevato il numero di ritirati: tra i già citati Maldonado, Grosjean, Button e Sainz, anche Max Verstappen e Daniel Ricciardo hanno dovuto abbandonare anzitempo la gara, il primo per incidente e il secondo per un calo di potenza, mentre Felipe Nasr non ha preso nemmeno parte alla partenza per un problema saltato fuori nel giro di ricognizione. Prossimo appuntamento fra tre settimane all’Hungaroring per il Gran Premio d’Ungheria.

Silverstone, Gara – Classifica finale (dopo 52 giri):

1) Lewis Hamilton (Mercedes), 1:31’27″729
2) Nico Rosberg (Mercedes), +10″956
3) Sebastian Vettel (Ferrari), +25″443
4) Felipe Massa (Williams-Mercedes), +36″839
5) Valtteri Bottas (Williams-Mercedes), +1’03″194
6) Daniil Kvyat (Red Bull-Renault), +1’03″955
7) Nico Hulkenberg (Force India-Mercedes), +1’18″744
8) Kimi Raikkonen (Ferrari), +1 giro
9) Sergio Perez (Force India-Mercedes), +1 giro
10) Fernando Alonso (McLaren-Honda), +1 giro
11) Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari), +1 giro
12) Roberto Merhi (Manor-Ferrari), +3 giri
13) Will Stevens (Manor-Ferrari), +3 giri

Ritirati
Carlos Sainz (Toro Rosso-Renault), tecnico
Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault), tecnico
Max Verstappen (Toro Rosso-Renault), incidente
Romain Grosjean (Lotus-Mercedes), incidente
Pastor Maldonado (Lotus-Mercedes), incidente
Jenson Button (McLaren-Honda), incidente
Felipe Nasr (Sauber-Ferrari), non partito

Luca Basso


Stop&Go Communcation

Incredibile vittoria sul circuito di casa per Lewis Hamilton, in una gara che ha visto delle ottime Williams in testa […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/07/f1-hamilton-mercedes-05072015-1-1024x683.jpg Silverstone, Gara: finale pazzo, Hamilton vince sotto la pioggia