Una gara pazza ha animato il terzo weekend di Formula 1, Nico Rosberg vince ancora dominando la corsa, Ferrari nel caos dopo la partenza poi seconda con Sebastian Vettel. Terzo posto per Kvyat, quinto Kimi Raikkonen solo settimo Lewis Hamilton.

Nico Rosberg fra tre su tre e sale a quota settantacinque punti, il tedesco della Mercedes ha dominato la terza tappa del Mondiale dal primo all’ultimo giro senza lasciare scampo alla concorrenza. Una gara schiacciante da parte della Mercedes, Rosberg parte male dalla pole lasciando l’illusione a Daniel Ricciardo per poi sverniciarlo sul rettilieno. Cinquantasei giri in solitaria a sottolineare l’enorme potenziale di questa vettura, troppo forte per tutti. Nico sale a trentasei punti di vantaggio sul compagno Hamilton ancora vittima della sfortuna.

Secondo posto per Sebastian Vettel, il ferrarista salva una gara partita in modo drammatico rimontando fino al secondo gradino del podio. Partenza drammatica come detto, per via di un contatto con il compagno Raikkonen, entrambi i ferraristi finiti leggermente larghi alla prima curva, hanno dovuto fare i conti con l’arrembante Daniil Kvyat. Il russo non si è lasciato intimidire infilandosi nello spazio,e spingendo le due SF16-H allo scontro. Terzo posto a sorpresa per il russo della Red Bull, una gara solida in preparazione del Gp di casa, la prossima settimana a Sochi.

Butta al vento un potenziale podio Daniel Ricciardo (quarto all’arrivo), l’australiano attacca subito Rosberg alla partenza prendendo il comando, pochi attimi di gloria per il pilota Red Bull costretto a tornare immediatamente ai box con la posteriore sinistra disintegrata da un detrito in pista. Tanto rammarico per Ricciardo, ancora terzo nel mondiale dietro al duo Mercedes. Alle sue spalle, quinto Kimi Raikkonen, in seguito al contatto e alla perdita dell’ala anteriore, il finladese è poi riuscito a risalire la china dal fondo della classifica. La doppia rimonta, comunque positiva di Vettel e Raikkonen, non cancella l’enorme delusione in casa Ferrari per un doppio podio mancato.

Sesta piazza per un Felipe Massa in ombra con la Williams, il brasiliano lotta per la zona punti riuscendo ad aver la meglio sul compagno Bottas, dietro di lui l’altro grande deluso di giornata Lewis Hamilton. L’inglese partito in ultima posizione, è rimasto coinvolto nel groviglio della prima curva distruggendo l’ala anteriore. Inutile la rimonta dalle ultime posizioni, soltanto settimo al traguardo, complice anche il problema riportato sul fondo della sua Mercedes dopo il contatto con la Sauber. Seconda gara di fila rovinata al via per Lewis Hamilton che rischia di dover rincorrere Nico Rosberg già nelle prima parte del Mondiale.

Ottavo e nono posto per il duo Toro Rosso, con Verstappen e Sainz nell’ordine ad occupare ancora una volta una buonissima zona punti. Il team satellite Red Bull motorizzato Ferrari sembra esser diventato ormai una costante della Top10. Ultimo punto conquistato dalla Williams di Valtteri Bottas, il finladese lotta con Massa per buona parte di gara per poi subire un crollo di prestazioni della sua vettura.

Ancora fuori dai punti la McLaren dopo l’ottimo avvio di gara (12esimo Alonso, 13esimo Button), crollano Force India e Haas, il team americano, dopo la doppia zona punti dei primi appuntamenti non riesce ad entrare nei primi dieci, soltanto quattordicesimo Gutierrez e diciannovesimo Grosjean, il francese paga un contatto nelle prime fasi di gara. Disastrose le due Renault costantemente dietro in questo weekend, diciassettesimo e ventiduesimo posto per Magnussen e Palmer.

Di seguito la classifica completa del Gran Premio della Cina:

1) Nico Rosberg (Mercedes W07)
2) Sebastian Vettel (Ferrari SF16-H) – 37″776
3) Daniil Kvyat (Red Bull RB12-Tag Renault) – 45″936
4) Daniel Ricciardo (Red Bull RB12-Tag Renault) – 52″688
5) Kimi Raikkonen (Ferrari SF16-H) – 1’05″872
6) Felipe Massa (Williams FW38-Mercedes) – 1’15″511
7) Lewis Hamilton (Mercedes W07) – 1’18″230
8) Max Verstappen (Toro Rosso STR11-Ferrari) – 1’19″268
9) Carlos Sainz (Toro Rosso STR11-Ferrari) – 1’24″127
10) Valtteri Bottas (Williams FW38-Mercedes) – 1’26″192
11) Sergio Perez (Force India VJM09-Mercedes) – 1’34″283
12) Fernando Alonso (McLaren MP4/31-Honda) – 1’37″253
13) Jenson Button (McLaren MP4/31-Honda) – 1’41″990
14) Esteban Gutierrez (Haas VF16-Ferrari) + 1 giro
15) Nico Hulkenberg (Force India VJM09-Mercedes) + 1 giro
16) Marcus Ericsson (Sauber C35-Ferrari) + 1 giro
17) Kevin Magnussen (Renault R16) + 1 giro
18) Pascal Wehrlein (Manor MRT05-Mercedes) + 1 giro
19) Romain Grosjean (Haas VF16-Ferrari) + 1 giro
20) Felipe Nasr (Sauber C35-Ferrari) + 1 giro
21) Rio Haryanto (Manor MRT05-Mercedes) + 1 giro
22) Jolyon Palmer (Renault R16) + 1 giro

Simone Corradengo


Stop&Go Communcation

Una gara pazza ha animato il terzo weekend di Formula 1, Nico Rosberg vince ancora dominando la corsa, Ferrari nel […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/04/13041271_1138880939475866_1665870223256095600_o-1024x729.jpg Shanghai, Gara: Rosberg domina la corsa, Vettel rimonta secondo, 3° Kvyat