Terza doppietta consecutiva per la Mercedes: dopo Malesia e Bahrain, le due frecce d’argento chiudono davanti a tutti anche il Gran Premio di Cina, con un Hamilton inarrivabile che è scattato dalla pole position e non ha mai dato chance ai rivali di insidiarlo per la vittoria del GP.

Discorso diverso per il compagno di squadra Rosberg, secondo e ben distante da Hamilton: il tedesco è stato, però, costretto a costruire la sua via per il podio attraverso il duello con le Red Bull e con la Ferrari di Fernando Alonso, che gli erano passati davanti in partenza.
Superato l’asturiano nel corso dell’ultimo stint, Rosberg ha per sigillato la doppietta finale della Mercedes con il giro più veloce in gara.

Se il risultato potrebbe essere scontato per le prime due posizioni, la terza posizione del podio è, invece, una sorpresa: terzo è Fernando Alonso, protagonista di una partenza con brivido visto il contatto con Felipe Massa che non ha però danneggiato le vetture dei due; da lì, il ferrarista ha lottato ad armi pari con le Red Bull, e con una buona strategia ha potuto riportare la scuderia italiana sul podio, lasciandosi alle spalle Ricciardo e Vettel.

I due piloti Red Bull hanno anche dato vita ad un derby interno “deciso” dal muretto box che ha chiesto al quattro volte campione del mondo di lasciar passare il suo collega australiano. Dopo qualche reticenza, Vettel si è poi fatto da parte, tagliando il traguardo in quinta posizione proprio dietro al compagno di squadra.

Vettel non ha, comunque, tenuto il passo di Ricciardo negli ultimi giri: mentre l’australiano tentava una disperata rimonta su Alonso, il pilota della Red Bull #1 è progressivamente calato, chiudendo a venticinque secondi dalla quarta posizione e insidiato da vicino da Hulkenberg e Bottas.

Ottavo posto per Kimi Raikkonen, autore di una gara piuttosto anonima: sul traguardo il finlandese è a quasi un minuto da Alonso, ampiamente staccato anche dalla Williams del connazionale Bottas; negli ultimi giri, Raikkonen ha dovuto tenere a bada Perez, che porta la seconda Force India in zona punti davanti a Kvyat, che con la Toro Rosso chiude la Top 10.

Fuori dai punti le McLaren, che continuano il calo verticale di prestazioni dalla prima gara: Button è undicesimo, Magnussen addirittura tredicesimo dietro anche alla seconda Toro Rosso, quella di Vergne.

Seguono in classifica Maldonado, partito ultimo dopo aver mancato la partecipazione alla qualifica, e Massa, che ha visto la sua gara rovinata da un lunghissimo pit-stop dove il brasiliano ha perso un giro intero sui diretti rivali.
Massa ha chiuso solo davanti all’anonima Sauber di Gutierrez e alla Catheram di Kobayashi, che ha superato alla penultima curva la Marussia di Bianchi.
Più staccati Chilton ed Ericsson, ultimi sul traguardo: Sutil e Grosjean sono invece i due soli i ritirati di oggi, entrambi per cause tecniche. Sutil ha abbandonato la gara dopo pochi giri, mentre Grosjean è stato costretto a fermarsi quando poteva lottare per un posto in zona punti.

Tra tre settimane la Formula 1 tornerà in pista per il primo GP Europeo: appuntamento a Barcellona, per il Gran Premio di Spagna.

Shanghai, classifica gara:

1. Lewis Hamilton – Mercedes – 1h36:52.810
2. Nico Rosberg – Mercedes – +18.686
3. Fernando Alonso – Ferrari – +25.765
4. Daniel Ricciardo – Red Bull-Renault – +26.978
5. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – +51.012
6. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – +57.581
7. Valtteri Bottas – Williams-Mercedes – +58.145
8. Kimi Raikkonen – Ferrari – +1:23.990
9. Sergio Perez – Force India-Mercedes – +1:26.489
10. Daniil Kvyat – Toro Rosso-Renault – +1 Giro
11. Jenson Button – McLaren-Mercedes – +1 Giro
12. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Renault – +1 Giro
13. Kevin Magnussen – McLaren-Mercedes – +1 Giro
14. Pastor Maldonado – Lotus-Renault – +1 Giro
15. Felipe Massa – Williams-Mercedes – +1 Giro
16. Esteban Gutierrez – Sauber-Ferrari – +1 Giro
17. Kamui Kobayashi – Caterham-Renault – +1 Giro
18. Jules Bianchi – Marussia-Ferrari – +1 Giro
19. Max Chilton – Marussia-Ferrari – +2 Giri
20. Marcus Ericsson – Caterham-Renault – +2 Giri

Ritirati
Romain Grosjean – Lotus-Renault – 27 Giri
Adrian Sutil – Sauber-Ferrari – 4 Giri

Massimo Caliendo

 


Stop&Go Communcation

Lewis Hamilton domina e vince anche in Cina: Rosberg lo segue chiudendo la doppietta Mercedes, insieme ad una Ferrari ritrovata che torna sul podio con Alonso.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/04/chi_2014_gara_hamilton.jpg Shanghai, Gara – Hamilton domina, Rosberg completa la festa Mercedes