Giornata estremamente positiva per la Renault, che a Shanghai ha portato entrambe le proprie vetture in zona punti, facendo tesoro della decisione di mantenere le gomme slick a dispetto della pioggia caduta nei primi giri. Robert Kubica (5°) continua quindi la sua marcia costante nelle posizioni che contano. "Quella di oggi è stata una corsa eccitante, è bello aver ottenuto altri punti. Ho avuto una brutta partenza perdendo un sacco di terreno, ma abbiamo fatto bene a restare con le slick nonostante la pioggia, scalando fino al terzo posto", dichiara il polacco. "Le mie speranze di podio sono sfumate quando è entrata la safety-car, perché ho perso il grosso vantaggio che avevo sugli inseguitori. Sono comunque felice di aver concluso quinto, pur con un pizzico di rammarico".

Esulta anche Vitaly Petrov, che finalmente vede la bandiera a scacchi dopo i ritiri nei tre GP precedenti. Il rookie russo si è fatto valere alla grande e ha chiuso 7°, non senza qualche sorpasso eccellente… "Al mio primo arrivo a traguardo vado anche a punti, sono contentissimo. Non era semplice prendere le decisioni giuste in una gara difficile come quella di oggi. Noi abbiamo deciso ad esempio di restare con le slick, e abbiamo effettuato il passaggio alle intermedie nel momento migliore", racconta il vicecampione della GP2. "Nel finale tenevamo sotto controllo il consumo dei pneumatici, ma via radio mi hanno detto che era tutto ok e sono riuscito a fare alcuni bei sorpassi, soprattutto a Schumacher e Webber, per guadagnare qualche posizione".

Delusione per Michael Schumacher, battuto sonoramente nel confronto interno con Rosberg e incappato in una domenica senza dubbio ricca di peripezi. "Questa è una di quelle gare che non vorresti ricordare, un po' come tutto il week-end a dir la verità", ammette il tedesco della Mercedes. "Bisogna prenderla come lezione e accettarla così com'è, ma è stato frustrante non poter sfruttare meglio le gomme. Dopo 10 giri i miei pneumatici erano già finiti e più che intermedie sembravano delle slick. In generale mi sono tutto sommato divertito, impegnandomi in tanti duelli, ma credo di aver effettuato l'ultimo stop troppo presto, e successivamente non avevo possibilità di difendermi".

Rubens Barrichello (12°), storicamente a suo agio sul bagnato, non è riuscito a centrare la zona punti insieme alla Williams, esternando il proprio disappunto per l'andamento della corsa. "Non è andata come ci aspettavamo. Sono rientrato ai box per passare le intermedie troppo presto, e tutto da lì si è compromesso. Successivamente ci siamo mossi bene, ma era troppo tardi".


Stop&Go Communcation

Giornata estremamente positiva per la Renault, che a Shanghai ha portato entrambe le proprie vetture in zona punti, facendo tesoro […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-180410-01.jpg Shanghai, Day 3: Kubica e Petrov entrambi a punti con la Renault. Solo 10° Schumacher, a mani vuote Barrichello