Protagonista di giornata nel venerdì di Shanghai è stato anche Sebastien Buemi, vittima di un incidente incredibile ma per fortuna risoltosi soltanto in un grosso spavento. Durante il turno mattutino lo svizzero ha patito un cedimento strutturale della sua monoposto, che alla frenata della Curva 1 ha perso entrambe le ruote anteriori trovandosi senza possibilità di controllare la macchina. "Non c'è molto da dire per quanto accaduto nella prima sessione. Ho frenato, le ruote anteriore si sono staccate… tutto qui. Fisicamente sono a posto, ma devo dire di essere estremamente deluso di non aver potuto sfruttare tutte le tre ore a disposizione, ancora una volta per motivi non dipendenti da me", ha affermato.

Il portacolori della Toro Rosso è stato costretto a fare da spettatore nel pomeriggio, mentre la vettura gemella di Jaime Alguersuari si inseriva nella top-ten. "Domani cercherò di recuperare basandomi anche sui suoi dati", ha aggiunto Buemi. La causa del problema è stata comunque individuata e risolta.

Nei primi dieci è rimasto costantemente Adrian Sutil, ormai sempre più una certezza assieme alla Force India. "Le condizioni del tracciato inizialmente non erano ottimali. C'era molto sporco e le gomme ne soffrivano, specialmente quelle a mescola a dura. Piano piano l'aderenza è cresciuta, ma è rimasta comunque bassa. Il bilanciamento della macchina era buono e credo che siamo abbastanza competitivi. Mi aspetto quindi qualifiche e gara dall'esito simile a quello della Malesia", ha detto il tedesco.

Avvio di spessore per la Renault. Robert Kubica è comunque a caccia di ulteriori progressi sulla R30: "Abbiamo fatto passo avanti soprattutto nel pomeriggio, trovando la giusta direzione per l'assetto. Ci manca ancora un po' di grip e dobbiamo lavorare per migliorare". Sulla stessa lunghezza d'onda Vitaly Petrov, che aveva conosciuto il tracciato cinese in GP2 Asia: "È stata una buona giornata di prove, facendo vari test comparativi abbiamo migliorato il comportamento della vettura. Sono abbastanza contento ma bisogna trovare un po' di aderenza in più".

Fra i team debuttanti resta davanti la Lotus grazie a Jarno Trulli. Il pescarese è ottimista alla luce di quanto visto oggi: "Mi auguro che il week-end possa proseguire su questa linea, senza problemi. Soffro ancora un po' con il set-up, non avendo trovando il bilanciamento ideale per il mio stile di guida, ma sono abbastanza soddisfatto perché abbiamo lavorato in funzione della gara. Il livello di grip è cresciuto durante e il giorno, come dimostrano anche i nostri tempi ottenuti nel finale".


Stop&Go Communcation

Protagonista di giornata nel venerdì di Shanghai è stato anche Sebastien Buemi, vittima di un incidente incredibile ma per fortuna […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-160410-03.jpg Shanghai, Day 1: Buemi commenta l’incidente del primo turno. Bene Sutil e le Renault, Trulli ottimista con la Lotus