Red Bull contro che McLaren: che sfida! Se a Melbourne la scuderia campione del mondo aveva avuto vita facile nel controllare la propria antagonista, a Sepang le frecce d’argento si sono fatte decisamente sotto. La pole-position conquistata oggi da Sebastian Vettel (la settima consecutiva considerando il finale del 2010) è arrivata dopo un acceso testa a testa con Lewis Hamilton (2°), battuto in extremis per soli 124 millesimi.

All’inizio della Q3 l’inglese ha subito dettato il ritmo, riuscendo poi a ritoccare leggermente il proprio best lap, ma non abbastanza per rimanere davanti al rivale tedesco. Alle loro spalle comporanno la seconda fila i rispettivi compagni di squadra, Mark Webber e Jenson Button.

Il poker al top di queste qualifiche è lo stesso dell’Australia, e la Ferrari è costretta ancora una volta a rincorrere: Fernando Alonso e Felipe Massa sono rispettivamente 5° e 7°, probabilmente il massimo che le vetture di Maranello potessero ottenere. Il distacco dalla vetta rimane molto consistente, e non deve ingannare la “doppietta” ottenuta dalle Rosse in Q1, in quanto frutto dell’utilizzo anticipato delle gomme morbide.

Le due 150° Italia trovano le avversarie dirette nelle Renault di un ritrovato Nick Heidfeld (6°) e di Vitaly Petrov (8°). La top-ten è completata da Nico Rosberg e Kamui Kobayashi, mentre ne è di nuovo rimasto escluso per un soffio Michael Schumacher, 11°.

A metà gruppo troviamo invece Toro Rosso e Force India. Peraltro, c’è da segnalare l’interruzione momentanea del primo segmento, quando la vettura di Sebastien Buemi ha perso improvvisamente la parte di scocca che copriva la fiancata sinistra. I pezzi di carbonio sull’asfalto hanno reso necessaria l’esposizione della bandiera rossa, mentre lo svizzero ha poi potuto proseguire regolarmente, conquistando la 12° piazza sulla griglia.

Subito fuori Pastor Maldonado e le “solite” Lotus, Virgin e Hispania. La compagine iberica, in ogni caso, può festeggiare: la tagliola del 107% è stata ampiamente scampata (c’è circa 1″ tra il crono di Narain Karthikeyan e il limite di 1:43.516), facendo sì che il driver indiano e il nostro Vitantonio Liuzzi possano prendere parte al Gran Premio della Malesia.

Sulla gara pendono due incognite fondamentali: l’usura dei pneumatici Pirelli e il meteo, dato che la pioggia continua a farsi attendere e potrebbe rovesciare tutti i pronostici. Il via è previsto alle 16:00 locali, le 10:00 in Italia.

Classifica

01. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – 1:34.870
02. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – 1:34.974
03. Mark Webber – Red Bull Renault – 1:35.179
04. Jenson Button – McLaren Mercedes – 1:35.200
05. Fernando Alonso – Ferrari – 1:35.802
06. Nick Heidfeld – Renault – 1:36.124
07. Felipe Massa – Ferrari – 1:36.251
08. Vitaly Petrov – Renault – 1:36.324
09. Nico Rosberg – Mercedes – 1:36.809
10. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – 1:36.820

11. Michael Schumacher – Mercedes – 1:37.035
12. Sebastien Buemi – Toro Rosso Ferrari – 1:37.160
13. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – 1:37.347
14. Paul Di Resta – Force India Mercedes – 1:37.370
15. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – 1:37.496
16. Sergio Perez – Sauber Ferrari – 1:37.528
17. Adrian Sutil – Force India Mercedes – 1:37.593

18. Pastor Maldonado – Williams Cosworth – 1:38.276
19. Heikki Kovalainen – Lotus Renault – 1:38.645
20. Jarno Trulli – Lotus Renault – 1:38.791
21. Timo Glock – Virgin Cosworth – 1:40.648
22. Jerome D’Ambrosio – Virgin Cosworth – 1:41.001
23. Vitantonio Liuzzi – Hispania Cosworth – 1:41.549
24. Narain Karthikeyan – Hispania Cosworth – 1:42.574

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Red Bull contro che McLaren: che sfida! Se a Melbourne la scuderia campione del mondo aveva avuto vita facile nel […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-090411-02.jpg Sepang, Qualifiche: Vettel batte Hamilton, nuova pole per la Red Bull