La pioggia battente caduta copiosa sul circuito di Sepang nei sessanta minuti di prove ufficiali regala agli appassionati di F.1 una griglia di partenza che non annovera né una Ferrari né una McLaren nell’ambita top ten.   

Dopo alcuni minuti di sospensione con bandiera rossa imposta dalla direzione gara in Q3 per salvaguardare la sicurezza dei piloti, a conquistare la pole position in un raro momento di tregua meteo su pista comunque semi-allagata è stato l’alfiere della Red Bull Mark Webber, abile nel fermare il cronometro sull’1:49.327 complice l’azzardo di montare pneumatici intermedi.  

Ottimo risultato per Nico Rosberg, capace di portare la sua Mercedes in prima fila al fianco del poleman australiano. Buon terzo Sebastian Vettel, che si è lasciato dietro il sorprendente Adrian Sutil, sempre efficace in situazioni di aderenza precaria, e il giovane portacolori della Williams Nico Hulkenberg. Bene Robert Kubica, sesto con la Renault e grande protagonista nelle tre frazioni grazie alla sua precisione di guida.

Settimo posto ad appannaggio di Rubens Barrichello, in grado di suggellare un sabato a dir poco memorabile in casa Williams, mentre Michael Schumacher non è riuscito a sfruttare appieno le potenzialità della MGP W01.  

A chiudere la top ten il giapponese Kamui Kobayashi, apparso a suo agio sul bagnato, e l’italiano della Force India Vitantonio Liuzzi, rivelatosi sufficientemente guardingo tanto da evitare le ‘trappole’ di Sepang.  

Positiva l’undicesima prestazione fatta segnare dal russo Vitaly Petrov, rimasto vittima dell’aquaplaning in Q1 ma comunque in grado di proseguire fino a sfiorare l’ingresso nell’ultima eliminatoria.  

Tredicesimo crono per Sebastien Buemi, autore di due digressioni fuori pista rispettivamente in Q1 e Q2, che non ha incontrato eccessive difficoltà nel ‘regolare’ le ambizioni del compagno di squadra Jaime Alguersuari.  

Storico accesso in Q2 quello delle debuttanti Lotus e Virgin, che grazie agli stravolgimenti di fronte favoriti dal maltempo hanno visto Heikki Kovalainen e Timo Glock in quindicesima e sedicesima posizione. Il pilota tedesco si è anche esibito in una innocua piroetta nei pressi della curva 8.  

Giornata da dimenticare per il campione del mondo in carica Jenson Button, in grado di passare il primo turno in barba al testacoda che l’ha visto concludere la Q1 nella sabbia alla curva 14. Il vincitore del Gran Premio di Melbourne ha così concluso diciassettesimo.  

A causa del nubifragio che ha caratterizzato lo svolgimento della Q1, finiscono subito fuori dai giochi il driver Lotus Jarno Trulli e i ‘big’ Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Felipe Massa. I due ferraristi, diciannovesimo e ventunesimo in graduatoria, hanno commesso il medesimo errore di valutazione dell’ex iridato della McLaren attendendo diversi minuti prima di scendere in pista, tanto da non riuscire più ad ottenere tempi interessanti all’intensificarsi della pioggia.  

Alonso, Hamilton e Massa si sono anche resi protagonisti di alcune escursioni sull’erba dovute alle difficili condizioni meteo, pur centrando l’obiettivo di riportare le vetture sane e salve ai box.  

In ultima fila il rookie brasiliano della HRT Bruno Senna, finito nella sabbia a dieci minuti dal termine della Q1 tradito dall’asfalto bagnato, e il suo connazionale della Virgin Lucas Di Grassi.  

Domani alle 16:00 ora locale (le 10:00 in Italia) si terrà lo start del Gran Premio della Malesia, che proporrà una starting grid in buona parte rivoluzionata dal violento acquazzone abbattutosi sul circuito di Sepang.

Griglia di Partenza

01. Mark Webber – Red Bull Renault  – 1:51.886 1:48.210 1:49.327
02. Nico Rosberg – Mercedes – 1:52.560 1:47.417 1:50.673
03. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – 1:47.632 1:46.828 1:50.789
04. Adrian Sutil – Force India Mercedes – 1:49.479 1:47.085 1:50.914
05. Nico Hulkenberg – Williams Cosworth – 1:49.664 1:47.346 1:51.001
06. Robert Kubica – Renault – 1:46.283 1:46.951 1:51.051
07. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – 1:50.301 1:48.371 1:51.511
08. Michael Schumacher – Mercedes – 1:52.239 1:48.400 1:51.717
09. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – 1:48.467 1:47.792 1:51.767
10. Vitantonio Liuzzi – Force India Mercedes – 1:49.922 1:48.238 1:52.254

11. Vitaly Petrov – Renault – 1:47.952 1:48.760
12. Pedro de la Rosa – Sauber Ferrari  – 1:47.153 1:48.771
13. Sebastien Buemi – Toro Rosso Ferrari – 1:48.945 1:49.207
14. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – 1:48.655 1:49.464
15. Heikki Kovalainen – Lotus Cosworth – 1:52.875 1:52.270
16. Timo Glock – Virgin Cosworth – 1:52.398 1:52.520

17. Jenson Button – McLaren Mercedes – 1:52.211
18. Jarno Trulli – Lotus Cosworth – 1:52.884
19. Fernando Alonso – Ferrari – 1:53.044
20. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – 1:53.050
21. Felipe Massa – Ferrari – 1:53.283
22. Karun Chandhok – HRT Cosworth – 1:56.299
23. Bruno Senna – HRT Cosworth – 1:57.269
24. Lucas Di Grassi – Virgin Cosworth – 1:59.977 

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

La pioggia battente caduta copiosa sul circuito di Sepang nei sessanta minuti di prove ufficiali regala agli appassionati di F.1 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/webbh.jpg Sepang, Qualifiche: La pioggia mescola le carte. Webber in pole, Rosberg (2°) precede Vettel. Alonso, Hamilton e Massa ko in Q1