Nuvole a banchi e temperature dell’asfalto superiori ai 40 gradi centigradi in quel di Sepang, dove nella terza sessione di prove libere, non risparmiata da qualche isolata goccia di pioggia caduta nell’ultima mezzora, l’australiano Mark Webber, vittima ieri della rottura del motore, dimostra una volta di più le qualità velocistiche della Red Bull conquistando il miglior tempo in 1:33.542. 

Alle spalle del pilota nativo di Queanbeyan, il dominatore delle prime due sessioni Lewis Hamilton ha pagato un divario di appena diciassette centesimi dalla vetta lasciandosi dietro l’altra Red Bull di Sebastian Vettel, che verso la mezzora ha raccolto un detrito infilatosi nella ruota anteriore sinistra costringendo i meccanici ad adoperarsi ai box per risolvere il problema.  

Quarta prestazione ad appannaggio del ferrarista Fernando Alonso, che nei minuti iniziali si è preoccupato di testare la resa degli pneumatici a mescola dura ottenendo subito tempi interessanti. 

A confermare il buono stato di forma dello squadrone Mercedes giungono puntuali le performances di Michael Schumacher e Nico Rosberg, rispettivamente quinto e sesto nella tabella dei tempi.  

Settimo posto per Jenson Button, mai protagonista a differenza del compagno di squadra, mentre il brasiliano Felipe Massa si è accontentato dell’ottavo crono affrontando nel finale una simulazione di qualifica.  

Ai margini della top ten il driver Williams Rubens Barrichello e il polacco Robert Kubica, entrambi abili nel ridimensionare le ambizioni di Adrian Sutil e Sebastien Buemi. Lo svizzero della Toro Rosso ha lamentato nelle prime fasi un problema nella gestione dei freni, vincendo comunque il confronto col compagno di colori Jaime Alguersuari, quindicesimo e autore di un testacoda senza conseguenze. 

Qualche difficoltà di troppo per Vitaly Petrov, finito fuori pista ma in ogni caso sedicesimo alla chiusura delle ostilità. Posizioni di rincalzo per il duo Sauber composto da Pedro de la Rosa e Kamui Kobayashi, diciassettesimo e diciottesimo in graduatoria, con Timo Glock a tirare le fila dei nuovi teams grazie al diciannovesimo crono ottenuto a dispetto di una digressione oltre i cordoli.  

Dietro al tedesco della Virgin hanno fatto capolino Jarno Trulli ed Heikki Kovalainen, con il finlandese della Lotus che nei momenti finali della sessione ha pizzicato violentemente un cordolo seminando una bandella in pista a causa del contraccolpo subito. A chiudere la classifica l’accoppiata HRT formata da Bruno Senna e Karun Chandhok, distanziati di pochi centesimi l’uno dall’altro.

Classifica

01.  Mark Webber –   Red Bull-Renault –  1m33.542       
02.  Lewis Hamilton  –  McLaren-Mercedes    –  + 0.017
03.  Sebastian Vettel –    Red Bull-Renault  –  + 0.045
04.  Fernando Alonso –  Ferrari  –  + 0.209
05.  Michael Schumacher  – Mercedes –  + 0.450
06.  Nico Rosberg    –  Mercedes  –    + 0.548
07.  Jenson Button –   McLaren-Mercedes –  + 0.581 
08.  Felipe Massa –  Ferrari  –  + 0.632 
09.  Rubens Barrichello – Williams-Cosworth –  + 0.998 
10.  Robert Kubica   – Renault –    + 1.007
11.  Adrian Sutil    – Force India-Mercedes – + 1.081
12.  Sebastien Buemi – Toro Rosso-Ferrari  –  + 1.131 
13.  Nico Hulkenberg –  Williams-Cosworth  –  + 1.340s 
14.  Vitantonio Liuzzi  –  Force India-Mercedes – + 1.415
15.  Jaime Alguersuari – Toro Rosso-Ferrari –   + 1.484
16.  Vitaly Petrov   –    Renault –  +1.534
17.  Pedro de la Rosa –   Sauber-Ferrari  –  + 1.935 
18.  Kamui Kobayashi  –  Sauber-Ferrari  –  + 2.862
19.  Timo Glock  – Virgin-Cosworth   –  + 3.757
20.  Jarno Trulli  – Lotus-Cosworth  –  + 3.827
21.  Heikki Kovalainen –  Lotus-Cosworth   –   + 4.619
22.  Lucas Di Grassi  –  Virgin-Cosworth   –  + 5.241
23.  Bruno Senna  –   Hispania-Cosworth –  + 6.326
24.  Karun Chandhok –   Hispania-Cosworth  – + 6.353

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Nuvole a banchi e temperature dell’asfalto superiori ai 40 gradi centigradi in quel di Sepang, dove nella terza sessione di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/web3.jpg Sepang, Libere 3: Webber leader davanti a Hamilton e Vettel, Alonso 4° e Massa 8°