Mark Webber è stato il principale protagonista nel venerdì di Sepang. Davanti a tutti nel primo turno di prove libere, l’australiano si è confermato anche nella sessione pomeridiana, grazie al crono di 1:36.876, stabilito dopo circa 40 minuti con coperture morbide. Alle sue spalle c’è ancora una McLaren, ma è quella di Jenson Button. L’iridato 2009, risalito in maniera considerevole in classifica, è peraltro staccato di appena 5 millesimi.

La chiusura di questa giornata dipinge un dualismo tra Red Bull e McLaren piuttosto equilibrato, con a seguire Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Il poker di testa è racchiuso in soli due decimi, mentre il resto del gruppo è nettamente più lontano. Ferrari compresa: Felipe Massa è 6°, Fernando Alonso è 9°, ma bisogna sottolineare come la scuderia di Maranello si sia concentrata sui long-run e sulla valutazione dei pneumatici Pirelli.

Le temperature a Kuala Lumpur sono salite ulteriormente, rendendo ancora più delicato il fattore-gomme. Sembra notevole il fenomeno del graining, e il decadimento dei pneumatici (specialmente quelli posteriori) ha indotto in errore alcuni piloti. Fra questi Pastor Maldonado, andato a urtare le barriere con il musetto per un testacoda, e Michael Schumacher, autore di una piccola escursione sull’erba alla Curva 6.

Il tedesco in ogni caso è 5°, per una Mercedes che appare senza dubbio più in palla rispetto a Melbourne. Lo ribadisce anche la posizione di Nico Rosberg, 7°.

In seguito ai due cedimenti di questa mattina, imputati poi alle sospensioni, la Renault ha tenuto a lungo ferme ai box le due vetture di Nick Heidfeld e Vitaly Petrov, per cercare di analizzare e risolvere la natura del problema. Alla fine le prestazioni ottenute ribadiscono che la scuderia anglo-francese può essere molto competitiva anche in Malesia: Heidfeld ha chiuso 8°, pur girando solo nell’ultima mezz’ora, Petrov 13°.

Completa la top ten la Toro Rosso di Jaime Alguersuari. Nelle retrovie, mentre Di Resta, Sutil, Buemi e Kovalainen hanno rilevato il testimone dai collaudatori, hanno incontrato altri guai di affidabilità i due alfieri della Hispania. Il nostro Vitantonio Liuzzi ha parcheggiato a bordo pista la sua monoposto, con 14 tornate percorse; Narain Karthikeyan ha di nuovo visto uscire dal retrotreno una fumata bianca.

È però andata peggio a Jerome D’Ambrosio. Pure il belga, nella sessione precedente, era infatti incappato nella rottura della sospensione anteriore. I meccanici della Virgin hanno così lavorato sodo per riparare la vettura, ma non in tempo utile per consentirgli di rientrare all’opera.

Tutto rimandato a domani quindi, con le Libere 3 in programma alle 13:00 (le 7 in Italia). Per oggi, intanto, è stata scongiurata la minaccia di pioggia.

Classifica

01. Mark Webber – Red Bull Renault – 1:36.876
02. Jenson Button – McLaren Mercedes – 1:36.881
03. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – 1:37.010
04. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – 1:37.090
05. Michael Schumacher – Mercedes – 1:38.088
06. Felipe Massa – Ferrari – 1:38.089
07. Nico Rosberg – Mercedes – 1:38.565
08. Nick Heidfeld – Renault – 1:38.570
09. Fernando Alonso – Ferrari – 1:38.583
10. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – 1:38.846
11. Pastor Maldonado – Williams Cosworth – 1:38.968
12. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – 1:39.187
13. Vitaly Petrov – Renault – 1:39.267
14. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – 1:39.398
15. Sergio Perez – Sauber Ferrari – 1:39.603
16. Paul di Resta – Force India Mercedes – 1:39.625
17. Adrian Sutil – Force India Mercedes – 1:39.809
18. Sebastien Buemi – Toro Rosso Ferrari – 1:40.115
19. Timo Glock – Virgin Cosworth – 1:40.866
20. Jarno Trulli – Lotus Renault – 1:41.890
21. Narain Karthikeyan – Hispania Cosworth – 1:43.197
22. Tonio Liuzzi – Hispania Cosworth – 1:43.991
23. Heikki Kovalainen – Lotus Renault – 1:44.886
24. Jerome D’Ambrosio – Virgin Cosworth

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Mark Webber è stato il principale protagonista nel venerdì di Sepang. Davanti a tutti nel primo turno di prove libere, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-080411-03.jpg Sepang, Libere 2: Webber ancora al comando, duello tra Red Bull e McLaren