Poco pubblico radunato sulle tribune nel venerdì di Sepang ma entusiasmo alle stelle per i tifosi della F.1, che nel secondo turno di prove libere, andato in scena in condizioni climatiche ideali a dispetto di un cielo parzialmente coperto da nuvole e di una temperatura dell’asfalto capace di favorire il rapido degrado degli pneumatici, hanno assistito alla cavalcata dell’alfiere McLaren Lewis Hamilton, autore del miglior tempo in 1:34.175 dopo aver dominato anche la prima sessione del mattino.  

Alle spalle dell’ex campione del mondo, infastidito dal traffico nelle fasi iniziali, ha fatto bella mostra di sé il tedesco Sebastian Vettel, perfettamente in grado di portare la sua Red Bull a due decimi abbondanti dal leader nonostante un problema all’impianto della direzione assistita lamentato via radio. 

Terzo crono ad appannaggio di un volitivo Nico Rosberg, abile nel ridimensionare le ambizioni di Jenson Button, che ha accusato sottosterzo e graining alla gomma anteriore destra issandosi comunque al quarto posto.  

A seguire il sette volte iridato Michael Schumacher, apparso sufficientemente veloce tanto da precedere il driver della Renault Robert Kubica e il ferrarista Fernando Alonso, che nelle prime fasi ha testato la validità delle coperture a mescola dura affrontando il circuito malese con un elevato quantitativo di carburante.  

Top ten assicurata per Sebastien Buemi, autore di un controllo al limite oltre i cordoli, per il russo Vitaly Petrov, buon nono alla chiusura delle ostilità, e per il portacolori Force India Adrian Sutil, decimo dopo essere finito fuori pista senza conseguenze alla curva 12. 

Ad aprire la sequenza di errori più o meno veniali che hanno caratterizzato la seconda sessione di libere ci ha però pensato il giapponese della Sauber Kamui Kobayashi, subito in testacoda all’avvio ma poi undicesimo nella tabella dei tempi.  

Riscontri utili per Vitantonio Liuzzi, dodicesimo al termine, mentre lo spagnolo Jaime Alguersuari ha ‘combattuto’ con la scarsa guidabilità della Toro Rosso concludendo in quattordicesima posizione.  

Soltanto quindicesimo l’altro ferrarista Felipe Massa, che si è però dedicato alla messa a punto della Ferrari su una pista capace di mandare in crisi gli pneumatici. Un guasto tecnico ha invece estromesso dai giochi l’australiano Mark Webber poco dopo la mezzora, con il pilota Red Bull costretto a parcheggiare la sua monoposto nella sabbia alla curva 9.  

Detto del driver originario di Queanbeyan, ventesimo in graduatoria, in casa Lotus Jarno Trulli ed Heikki Kovalainen si sono assicurati il diciottesimo e diciannovesimo posto lasciandosi dietro il duo Virgin composto da Timo Glock e Lucas Di Grassi, rispettivamente ventunesimo e ventiduesimo. Il brasiliano della scuderia di Richard Branson ha anche lamentato un eccessivo sovrasterzo dopo le modifiche effettuate ai box, mentre le ultime due posizioni sono finite nelle mani HRT con Karun Chandhok davanti a Bruno Senna, resosi protagonista di una escursione sull’erba.

Classifica

01. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – 1:34.175      
02. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – +0.266  
03. Nico Rosberg – Mercedes – +0.268  
04. Jenson Button – McLaren Mercedes – +0.363  
05. Michael Schumacher – Mercedes – +0.499  
06. Robert Kubica –  Renault – +0.973  
07. Fernando Alonso – Ferrari – +1.406  
08. Sebastien Buemi – Toro Rosso Ferrari – +1.485  
09. Vitaly Petrov – Renault – +1.697  
10. Adrian Sutil – Force India Mercedes – +1.782  
11. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – +1.843  
12. Vitantonio Liuzzi – Force India Mercedes – +2.046  
13. Pedro de la Rosa – Sauber Ferrari – +2.150  
14. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – +2.150  
15. Felipe Massa – Ferrari – +2.427  
16. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – +2.638  
17. Nico Hulkenberg – Williams Cosworth – +3.240  
18. Jarno Trulli – Lotus Cosworth – +4.279  
19. Heikki Kovalainen – Lotus Cosworth – +4.355  
20. Mark Webber – Red Bull Renault – +4.558  
21. Timo Glock – Virgin Cosworth – +4.886  
22. Lucas Di Grassi – Virgin Cosworth – +4.983  
23. Karun Chandhok – HRT Cosworth – +6.909  
24. Bruno Senna – HRT Cosworth – +7.306  

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Poco pubblico radunato sulle tribune nel venerdì di Sepang ma entusiasmo alle stelle per i tifosi della F.1, che nel […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/hamiltos.jpg Sepang, Libere 2: Hamilton si conferma al top, Vettel (2°) precede Rosberg e Button. Alonso 7° e Massa 15°