Accesa e attiva la lotta tra Lotus e Virgin nelle retrovie. Ad aggiudicarsi la "vittoria" questa volta è però stato proprio il team britannico, che nonostante il ritiro di Timo Glock durante le primissime tornate di gara per un errore in fase di bagarre con Jarno Trulli, è riuscito a piazzare Lucas Di Grassi in quattordicesima posizione.

Sebbene la sua corsa sia stata tutt'altro che entusiasmante, con un ritmo gara piuttosto affannato, il brasiliano è risultato il primo pilota fra quelli ingaggiati dai nuovi team: "E' stata una gara molto difficile oggi, sia fisicamente che mentalmente" – ha commentato Di Grassi – "Sono felice di aver portato la Virgin al traguardo. Ho fatto un gran primo giro ed abbiamo avuto un buon ritmo iniziale, anche se Heikki mi ha danneggiato leggermente l'ala anteriore nel tentativo di superarmi. Poi per tutta la corsa siamo stati più veloci dei nostri avversari. Stiamo facendo progressi ed abbiamo fatto vedere di essere competitivi. Peccato per il ritiro di Timo, ora guardiamo avanti".

La Hispania nel frattempo continua a crescere, insidiando ormai da vicino le dirette concorrenti. L'ottima affidabilità e l'assenza di problemi alle F110 ne sono un esplicito segnale, anche se le monoposto progettate dalla Dallara faticano ancora dal punto di vista prestazionale. Sorprendente comunque il quindicesimo posto di Karun Chandhok: "Sono incredibilmente felice di aver finito la mia seconda gara dopo il nostro difficile debutto in Bahrain. Mi sono tenuto fuori dai guai per tutta la gara, per poi superare Trulli nel giro quarantacinque. Un grande grazie al team".

Deludente invece la prestazione del più quotato Bruno Senna, sedicesimo alle spalle del compagno di squadra. Il vicecampione di GP2 Main Series 2008 non è riuscito durante il week-end a tenere il passo dell'indiano: "Ho avuto una buona partenza spingendo quanto ho potuto. E' un altro buon risultato per la squadra, abbiamo finito la corsa con entrambe le vetture".

La vera sconfitta nelle retrovie è difatto la Lotus, mostratasi veloce ma poco affidabile. Il pilota italiano Jarno Trulli era riuscito a portarsi davanti alle Virgin, prima di vedere compromessa la propria gara per un errore di Glock, il quale lo ha tamponato danneggiando gravemente il retrotreno della T127: "Ho avuto un ottimo start, poi però sono stato colpito. Ho pensato solo a portare la macchina a casa concentrandomi nell'accumulare chilometri" – ha dichiarato il pescarese.

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

Accesa e attiva la lotta tra Lotus e Virgin nelle retrovie. Ad aggiudicarsi la "vittoria" questa volta è però stato […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/149698.jpg Sepang, Day 3: Si infiamma nelle retrovie la lotta tra Virgin, Lotus ed Hispania. Di Grassi guida il gruppetto delle new entry