Sebastian Vettel, nonostante rimanga in testa alla classifica del Campionato Piloti dopo 5 appuntamenti, vuole riscattare la prova opaca di Barcellona, dove ha concluso ai piedi del podio, staccato però di circa 40” da Fernando Alonso. Nel team austriaco sono emersi alcuni malumori soprattutto attorno alle gomme Pirelli, colpevoli dal loro punto di vista di essere poco resistenti, e di snaturare completamente la natura originaria delle corse.

A Monaco, su un circuito diverso, la storia dovrebbe cambiare, ma per intanto Vettel pensa ad approcciare al meglio quell’appuntamento: “Monaco è uno dei miei tracciati preferiti e guidare è una sfida assoluta – ha affermato – Non si può commettere il più piccolo errore; se lo fai, sei fortunato se ciò si trasforma solamente in un brutto tempo sul giro. Se non si presta attenzione, si finirà contro le barriere”.

Sebastian ormai conosce bene tutte le insidie che si nascondono lungo le stradine del Principato: “Superare è possibile, ma solo con il rischio: il miglior posto per farlo è prima della chicane – ha aggiunto – Usciamo dal tunnel stretto a più di 300 km/h per poi scendere alla chicane in prima marcia: chiunque freni dopo vince. Idealmente devi avere una buona sessione di qualifica e cominciare da lì in avanti”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Sebastian Vettel, nonostante rimanga in testa alla classifica del Campionato Piloti dopo 5 appuntamenti, vuole riscattare la prova opaca di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/05/f1-vettel-redbull-220513-03.jpg Sebastian Vettel su Monaco: “Non si può assolutamente sbagliare”